Soriano nel Cimino, lavori incompiuti da più di 9 anni

NewTuscia – SORIANO NEL CIMINO – Il Gruppo consiliare “Soriano Insieme” del comune di Soriano nel Cimino, formato dai consiglieri Alibrandi Sante e Viglianisi Vito in una relazione sullo stato dei lavori da realizzare presso i giardini comunali di Soriano autorizzati da circa 9 anni fa, con delibera consiliare e relativo contratto sottoscritto dalle parti ma mai terminati.

Interrogazione sui lavori di sistemazione della pavimentazione del giardino pubblico in Piazzale della Repubblica da eseguire a cura di due ditte private

“Al Preg.mo Signor
Sindaco del Comune
di Soriano nel Cimino (VT)

Negli atti del Comune risulta un’interrogazione del Consigliere Barbati presentata nella seduta del Consiglio Comunale del13/02/2012 con la quale il predetto Consigliere chiedeva di conoscere gli intendimenti della Giunta visto che, a poco meno di tre anni dalla firma della Convenzione, non erano stati completati i lavori di sistemazione, proposti dai privati, positivamente relazionati e istruiti dall’UTC che li considerava validi in quanto avrebbero “eliminato gli attuali disagi ed ogni altra qualsivoglia causa di pericolo per i numerosi utenti di tutte le età che usufruiscono di uno degli spazi pubblici più frequentati” (cfr. 3° punto delle premesse della citata Convenzione).
Non conosciamo la risposta del Sindaco e della Giunta Comunale a questa interrogazione, tuttavia trascorsi ulteriori 6 anni la situazione di opera incompiuta in cui versa il giardino pubblico di Piazza della Repubblica è visibile a tutti.

I sorianesi devono sapere che a causa di quei lavori incompiuti, nonostante che siano trascorsi circa nove anni dalla stipula della Convenzione, il Comune ha incassato 44.244 euro in meno di TOSAP (tassa occupazione suolo pubblico) senza ottenere quella “maggiore vivibilità e sicurezza” dello spazio pubblico che era tra le premesse dell’accordo siglato con i privati.
Riproponiamo quindi la domanda del Consigliere Barbati. Quali sono gli intendimenti del Sindaco, degli Assessori, dei Consiglieri Delegati che per dovere d’ufficio dovrebbero interessarsi alla vicenda?
L’Assessore ai LL.PP. dovrebbe spiegarci quando dovrebbero terminare i lavori di sistemazione visto che la convenzione, sottoscritta il 19/05/2009, prevedeva un inizio dei lavori entro 18 (diciotto mesi). Certo non c’è un termine finale d’esecuzione ma francamente quanto dobbiamo attendere per ottenere la pavimentazione di altri duecento metri di giardino?
L’Assessore all’Ambiente, dato che si parla di un giardino, dovrebbe spiegarci quale sono i tempi previsti per raggiungere quel famoso progetto elettorale del Sindaco Menicacci che prometteva di trasformare Soriano in una “città giardino”. Vedendo lo stato in cui versano le tre aree verdi di Piazza della Repubblica (…ma anche le semplici fioriere di Via Roma), qualche perplessità nasce spontanea.
L’Assessore al Turismo, forte di tutti i suoi “tourist point” dovrebbe domandarsi quale biglietto da visita offre ai turisti, non parliamo dei sorianesi, che si accingono a fare una passeggiata per Soriano.
L’Assessore alla Protezione Civile, dovrebbe preoccuparsi di quell’area non ancora completata in quanto è individuata come “area d’emergenza per le Scuole” in caso di sgombero delle stesse  dovrebbe pretendere che sia di agevole accesso e priva di ostacoli e impedimenti come potrebbero essere la pedana di legno e le fioriere basse ore presenti.
Il Consigliere Delegato al Bilancio dovrebbe spiegarci se quel mancato gettito della Tosap sia ancora giustificabile visto che il Comune continua a non godere pienamente del bene a causa dei lavori incompiuti e soprattutto dovrebbe preoccuparsi di accertare la validità della garanzia fideiussoria rilasciata in data 4/5/2009 che aveva durata di un anno rinnovabile fino a regolare ultimazione e consegna dei lavori. Non trovando scritta nella Convenzione la locuzione “tacitamente rinnovabile” sarebbe auspicabile, a garanzia degli interessi del Comune, verificare la data dell’ultimo rinnovo.
Ci rendiamo conto che avere le risposte da tutte queste persone diventa difficile allora si chiede al Sindaco di fare sintesi e di provare Lui a rispondere a tutte le questioni contenute nella presente interrogazione.
La invitiamo a includere la presente interrogazione nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale”.

Soriano Insieme
I Consiglieri Comunali
Sante ALIBRANDI Vito VIGLIANISI