Unitus, tante novità per l’anno accademico 2018/19

NewTuscia – VITERBO – La sala Altiero Spinelli del Rettorato di Santa Maria in Gradi ha ospitato questa mattina una conferenza stampa durante la quale il rettore, Alessandro Ruggieri, ha illustrato, prima della pausa estiva, le principali novità ed i futuri appuntamenti ed eventi  organizzati dall’Ateneo. Il Rettore ha ricordato a tutti i presenti l’avvio delle immatricolazioni per il prossimo 1 agosto che, grazie al nuovo programma gestionale, saranno completamente on line, per agevolare i fuorisede a completamento del già iniziato percorso di digitalizzazione. Saranno attivati tre nuovi corsi di laurea magistrale, rispettivamente, Biotecnologie Industriali per la Salute e il Benessere (DIBAF-DEB), Economia Circolare (DEIM) e Informazione Digitale (DISUCOM).

I nuovi corsi magistrali – ha ribadito il rettore – vogliono essere il completamento di una già avviata filiera formativa, su argomenti in vari ambiti e di grande attualità. Altra importante novità segnalata dal rettore riguarda il futuro avvio di pacchetti di insegnamenti in inglese all’interno di vari corsi di studio, quale ulteriore potenziale per l’accrescimento dell’attrattività di studenti stranieri. Per agevolare ulteriormente le famiglie – ha proseguito il Rettore – l’ateneo sul fronte delle tasse, ha deciso di portare a € 15.000,00 il tetto per l’esenzione completa dalle tasse fissata, dalla legge di stabilità,  a € 13.000,00. L’Ateneo interviene inoltre anche sul fronte Erasmus.

Al consueto contributo concesso dall’agenzia Erasmus, pari a € 275,00, l’università aggiunge da € 112,00 a € 280,00 in base al reddito degli studenti e, in questa ottica di internazionalizzazione, il rettore ha ricordato l’esperienza che due studenti stanno facendo a Bruxelles grazie a due borse di studio da € 25.000, erogate dall’ateneo in collaborazione con la Regione Lazio. Il Rettore ha poi introdotto alcuni dati provenienti da indagini ANVUR e ALMALAUREA sottolineando che il 30% degli studenti proviene da fuori regione, e che i 2/3 degli studenti hanno svolto importanti tirocini nel mondo del lavoro. Sul tema della soddisfazione, il 93,4% dei nostri studenti si dice soddisfatto del corpo docente, confermando la vicinanza agli studenti. Sotto questo aspetto siamo la prima università pubblica – ha detto il rettore – un risultato eccellente che premia il costante lavoro di docenti e personale nella costante ricerca del miglioramento di tutti i servizi offerti.  Anche sul fronte dell’accreditamento, il nostro ateneo ha ottenuto un ottimo piazzamento posizionandosi come settima università.

La conferenza stampa è proseguita con l’illustrazione dei prossimi eventi organizzati dall’ateneo  a partire dall’inaugurazione del Centro Grandi Attrezzature 11/09; Open Day di Ateneo 12/09 e Dipartimenti 13 e 14/09; Open Day sede Civitavecchia 18/19; Open Day Rieti 24/09. Dal 24 al 29 settembre terzo appuntamento con il Festival della Scienza, una settimana di incontri e approfondimenti scientifici che culminerà nella giornata di venerdì 28 settembre che vedrà l’ateneo impegnato nella “notte europea dei ricercatori” con visite guidate alla struttura (chiostri, uffici, stanza del rettore…).

Il rettore ha voluto evidenziare l’importanza  della chiusura del bilancio consuntivo con un utile pari a € 800.000,00, su un bilancio complessivo di 60 milioni di euro, malgrado i continui tagli governativi e, per concludere, ha parlato di una collaborazione con la nuova amministrazione comunale che vedrà la stesura di un protocollo per lavorare insieme alla progettazione europea. Ritengo che l’università sia molto importante per le istituzioni locali – ha detto il rettore – soprattutto nell’ottica di lavorare ad un percorso comune, sfruttando ogni possibile sinergia per far sì che Viterbo possa essere sempre più “città universitaria”.