Beethoven Festival, Sutri : pianoforte a quattro mani con il duo Metro – Foti

NewTuscia – SUTRI – Appuntamento da non perdere con i “bis” più belli ed amati di sempre per un concerto assolutamente particolare venerdì 27 luglio al Beethoven Festival Sutri  (ore 21 Chiesa di San Francesco).  Il duo pianistico Metro – Foti torna a Sutri a grande richiesta con un programma estremamente accattivante per gli appassionati, programma costituito interamente da capolavori intramontabili entrati nell’immaginario collettivo.

La manifestazione, che si avvale del contributo del Comune di Sutri, della Fondazione Cultura e Arte e della Fondazione Carivit, testimonia così ancora una volta la cura e la particolare attenzione con la quale gli organizzatori strutturano le scelte musicali in una ricca e ricercata diversificazione dei programmi. I brani proposti dai due grandi artisti per questo ottavo appuntamento sono composizioni celeberrime tratte dal repertorio tipico dei “bis” virtuosistici di fine concerto, tutti  “fuori programma” per pianoforte a quattro mani . Questa la scaletta del concerto nel dettaglio: Tritsch-Tratsch Polka di Johann Strauss jr., Danza ungherese n. 5 di Brahms, Il Cigno di  Saint-Saëns,  Can – Can di Offenbach,  Fantasia sulla “Carmen” di  Bizet,  The Entertainer Joplin, Tango brasileiro di  Nazareth, Tico-Tico di De Abreu,   Rapsodia ungherese n. 6 di Liszt ,  Czardas di Monti,  La Danza (Tarantella napoletana) di Rossini ,  Sul bel Danubio blu di J.Strauss jr.  e  Marcia di Radetzky di J. Strauss sr. .  Roberto Metro ed Elvira Foti si sono diplomati al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, entrambi con l’eccezionale punteggio di 10/10, lode e menzione d’onore, rispettivamente sotto la guida della prof.ssa Sonja Pahor e del M° Roberto Bianco.

In seguito, si sono perfezionati singolarmente con Maria Tipo, Eliodoro Sollima e Michele Marvulli. Da oltre 15 anni formano un affiatato duo pianistico, molto apprezzato dalla critica, che ha tenuto centinaia di concerti in tutto il mondo. Si sono esibiti negli Stati Uniti (suonando, fra l’altro, più volte alla Carnegie Hall di New York), in Australia, Giappone, Canada, Messico, Brasile, Argentina, Corea del Sud, Thailandia, Malesia, Singapore, Inghilterra, Germania, Austria, Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Svezia, Polonia, Romania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera, Turchia, Cipro. In qualità di solisti hanno collaborato con importanti orchestre sinfoniche europee, americane ed asiatiche, sotto la guida di illustri Direttori di fama internazionale. Hanno registrato per emittenti radiotelevisive di vari Paesi: SBS (Australia), Canal 13 (Messico), TV Cidade – Canal 20 (Brasile), Ceský rozhlas (Repubblica Ceca), RSI (Svizzera), RAI-TV (Italia) e Radio Vaticana. Hanno inciso due CD, uno dedicato alle Rapsodie ungheresi di Liszt e l’altro – pubblicato dal Musikseminar di Monaco di Baviera – contenente Valzer, Polke e Marce della Famiglia Strauss, in una rara ed inedita trascrizione per pianoforte a quattro mani realizzata dallo stesso Roberto Metro. Tale registrazione, che rappresenta una novità assoluta nel panorama discografico a livello mondiale, è stata premiata dall’Università di Santa Fe (U.S.A.), con un “International Award in Performing Arts – Music”.  Recentemente il prestigioso Yong Siew Toh Conservatory of Music di Singapore li ha invitati a tenere due master classes, dedicate alla musica per duo pianistico.

Per informazioni più dettagliate sui programmi e sulla biglietteria si invita a consultare il sito ufficiale della manifestazione www.beethovenfestivalsutri.com