NewTuscia – ORTE – Nel consiglio comunale del 28 giugno le opposizioni di Anima Orte ( PD)  Ciocchetti e Claudiani e di Idee Chiare (Primieri e Savoia) hanno abbandonato l’aula per protesta:

  1. sul mancato rispetto del termine per la convocazione del consiglio comunale in seduta ordinaria (10 giorni sostengono le opposizioni  5 giorni per la maggioranza  a norma di regolamento)
  2. le opposizioni sosterrebbero inoltre che un “organo” abbia diffidato l’Amministrazione Comunale ad approvare il bilancio entro il 30 aprile.

A questo proposito riceviamo e pubblichiamo un comunicato pervenutoci dal consigliere incaricato alla Cultura, Valeria D’Ubaldo che chiarisce la posizione della maggioranza di Orizzonte Comune per    conto della giunta del sindaco Angelo Giuliani.

” Questi cuor di leoni, che avevano la pretesa di amministrare la nostra città, non avendo argomenti per contrastare i risultati di questa amministrazione hanno preferito abbandonare l’aula piuttosto che confrontarsi democraticamente nell’interesse dei cittadini.

Non hanno però tralasciato di rilasciare interviste davanti alle telecamere: fortissimi quando si tratta di lagnarsi nell’aula vuota, senza la controparte,  timorosi quando si tratta di affrontare con l’Amministrazione i temi che interessano la nostra città.

Nello specifico, intendiamo precisare che tra l’altro nemmeno sostengono la verità:

– il termine per la convocazione del Consiglio Comunale in seduta ordinaria è di 5 giorni e non di 10

– nessun organismo ha diffidato l’Amministrazione Comunale ad approvare il bilancio entro il 30 aprile  (nel passato le loro amministrazioni hanno fatto ben di peggio!).

Cari cittadini, il bilancio del 2017 – di cui si approvava il rendiconto in consiglio comunale  – è stato il primo vero bilancio di questa Amministrazione, nel quale sono stati programmati ed attuati interventi del nostro programma, tra cui:

– il rilancio del territorio attraverso la convenzione con la Facoltà di ingegneria de La Sapienza per creare opportunità di impresa ed occupazionale;

– il rilancio turistico e culturale del territorio, con manifestazioni di grandissima importanza, una fra tutte, il Festival Alberini;

– lo studio per l’appalto per un nuovo sistema di raccolta differenziata che premia i virtuosi e penalizza i maleducati;

– gli interventi di riqualificazione del verde pubblico  e dell’arredo urbano;

– il nuovo piano di viabilità comunale;

– la realizzazione di nuovi affidamenti del canile, del cimitero, del centro H;

– la realizzazione del percorso ciclo-pedonabile con l’adesione al Contratto di Fiume;

–  la nuova gestione della pubblica illuminazione che darà maggiore luminosità ai quartieri della nostra città, rendendoli più sicuri e più belli

– l’efficientamento energetico degli istituti scolastici, senza considerare i finanziamenti ottenuti per il risanamento della rupe, il restauro dell’Alberini.

Crediamo di aver posto le basi per nuove progettazioni e nuovi investimenti per il rispetto del nostro programma nell’interesse della città e per il miglioramento delle condizioni di vita dei nostri cittadini.

Mentre gli altri fuggono, noi andiamo avanti. ”

Amministrazione comunale di Orte