Giove

NewTuscia – GIOVE – La giunta comunale, applicando la recente legge nazionale, ha approvato l’istituzione del registro per le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) in base al quale ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di una futura incapacità di autodeterminarsi, ha la possibilità di esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari.

Nel Dat si può anche indicare una persona di fiducia che faccia le veci e rappresenti la persona nelle relazioni con medici e strutture sanitarie. Il registro è stato aperto negli uffici dei servizi demografici e stato civile dove i Dat, specifica il Comune, devono essere depositati personalmente dal disponente, residente nel comune di Giove. Il servizio, precisa sempre l’amministrazione, sarà svolto previo appuntamento e l’ufficiale di stato civile non svolgerà in nessun caso alcuna funzione di consulenza o di assistenza alla stesura del Dat, ma si limiterà ad attestare la data della sottoscrizione e l’identità del dichiarante e dell’eventuale fiduciario.