Viterbese-Pontedera, tutto ciò che c’è da sapere (Foto)

Valentino Cesarini

NewTuscia – VITERBO – Road to Pescara…La Viterbese di mister Sottili batte di misura il Pontedera e chiude la stagione regolare al quinto posto. I gialloblu, per evitare un turno play-off, dovevano sperare in un risultato diverso del Monza (e Carrarese, anche se dietro nella classifica avulsa). Ma proprio al momento dell’eurogoal di Daniele Celiento al 21’, è arrivata la notizia del vantaggio dei brianzoli su un’Olbia, che di obiettivi praticamente non ne aveva. Al Brianteo è finita 3 a 0 per Sasha Cori e compagni, al Rocchi 1 a 0 per la Viterbese. Quindi Monza quarto, gialloblu quinti e Carrarese sesta. L’unico vantaggio dei brianzoli, rispetto alle altre due squadre citate, è quello di saltare il primo turno dei play-off. E la Viterbese, fra cinque giorni, ritroverà nuovamente il Pontedera in una sfida da dentro-fuori. Per i ragazzi del Presidente Camilli, il vantaggio è quello che in caso di pareggio al 90’ saranno i laziali a volare al turno successivo, quindi venerdì basterà non perdere. In caso di successo, la Viterbese tornerà in campo il 15 maggio, sempre al Rocchi contro la vincente della sfida fra Carrarese-Pistoiese, nel secondo turno dei play-off.

Tornando al match di ieri, poco da dire e da scrivere. Gara vera, e sotto un autentico nubifragio, solamente per una ventina di minuti. Il tempo di assistere alla bellissima rete di Celiento: bolide da fuori area che incoccia la traversa e si infila alle spalle di Biggeri. Il capitano viterbese esulta mostrando la maglia dello sfortunato compagno di squadra Bizzotto, infortunatosi nella gara di Olbia della scorsa settimana. Da quel momento in poi, visto anche le notizie che arrivavano dagli altri campi, la gara non ha più regalato emozioni e azioni degne di cronaca. Un risultato che andava bene sia a Viterbese che Pontedera. La squadra di Ivan Maraia, per accedere agli spareggi, doveva sperare in un passo falso della Lucchese, che a sorpresa è crollata 4 a 0 in casa contro una Pro Piacenza che non aveva nulla da chiedere al campionato.

A questo punto, come ha dichiarato mister Sottili in sala stampa, inizierà una piccola Champions League, che vale la promozione in Serie B. Se tutto andrà per il verso giusto, come si augurano la società e i tifosi, la Viterbese, prima della finale dell’Adriatico (in programma sabato 16 giugno) dovrà giocare otto gare. Non sarà facile, anzi, ci sono squadre molto più blasonate dei gialloblu, ma la Viterbese, insieme ai suoi tifosi, è pronta ad affilare le armi per regalare un sogno a tutto l’ambiente della Tuscia.