IL Gruppo di Areasx chiede al Sindaco di Tarquinia immediati interventi per la foce del fiume Marta

NewTuscia – TARQUINIA – La Goletta Verde di Legambiente  ha accertato che la foce del fiume Marta é gravemente inquinata chiediamo al Sindaco cosa intende fare e quali azioni vuole mettere in atto fin da subito affinché l’inquinamento sia eliminato.

Secondo gli accertamenti di Goletta Verde effettuati nell’estate 2017, è molto seria e preoccupante la situazione di inquinamento organico delle foci dei principali fiumi della nostra Regione.

Situazioni critiche ci sono alle foci  del Fosso Arrone e del Fiume Marta. Leggermente inquinate  risultano le Foci del Fiora e del Mignone.

D’estate, la portata idrica dei fiumi scende notevolmente e il carico inquinante si fa più consistente.

Il Sindaco Mencarini deve chiedere urgentemente a Corpo Forestale dello Stato, Provincia, Regione, Arpa e Ministero dell’Ambiente, un controllo accurato delle sponde dei fiumi, al fine di individuare gli scarichi abusivi e di monitorare quelli autorizzati.

Inoltre, andrebbe accertato quali e quanti Comuni dell’entroterra viterbese sono dotati di impianti di depurazione delle acque nere e se quelli esistenti funzionano.

Inoltre, da molti anni, le centraline di rilevamento installate dalla Provincia di Viterbo indicano picchi altissimi di inquinamento nel fiume Marta appena superato l’abitato di Tuscania.

Perché non si accertano le cause di tanto inquinamento?

I fiumi, oltre a subire un enorme carico inquinante, trasportano queste sostanze nocive fino al mare, inquinando il litorale tarquiniese, con grave danno per gli operatori turistici e i bagnanti.

Servono interventi urgenti, da attuare al più presto e comunque molto prima che cominci l’estate.

AEREASX

Luigi Caria