Celebrazioni del 25 aprile 2018 a Nepi: rinnovare l’impegno antifascista per la pace

NewTuscia – NEPI – La  sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) “Emilio Sugoni” di Nepi, con il patrocinio  del Comune di Nepi, ha  celebrato il 25 Aprile 1945  all’insegna di un rinnovato e sempre più forte impegno antifascista a garanzia dei valori della Pace, della democrazia e della giustizia, contro il razzismo e ogni forma di discriminazione.

Nelle giornate di lunedì 23 aprile e martedì 24 aprile, nella Sala nobile  del municipio, è stata allestita una mostra fotografica che ha ripercorso le varie vicende storiche che portarono il fascismo al potere in Italia con l’istaurarsi della dittatura, la  vergognosa promulgazione delle leggi razziali nel 1938, l’entrata in guerra a fianco della Germania nazista nel 1939 e la lotta partigiana che contribuì in maniera  decisiva alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo e al suo riscatto morale, premessa  fondamentale per il nuovo e futuro assetto democratico del nostro paese.

Sempre nelle  giornate del 23 e 24  aprile sono stati proiettati documentari storici sul ruolo delle donne nella Resistenza e su  specifici episodi della lotta partigiana nel Nord Italia.

Le due giornate hanno ricevuto anche  l’emozionante contributo della cantante  Elena D’Elia che ha eseguito brani musicali della tradizione popolare di lotta e opposizione al fascismo e lo stesso contributo  emozionante è venuto dalla lettura di poesie e delle lettere dei condannati a morte della Resistenza.

Mercoledì 25 aprile, al mattino un corteo, aperto dal gonfalone comunale e dalla banda musicale, ha attraversato le strade della città e deposto una corona d’alloro al monumento ai Caduti, in ricordo delle vite di milioni di esseri umani spezzate dalla violenza di tutte le guerre, dalla brutale disumanità del nazifascismo, e in memoria di chi non rimase indifferente ma scelse di opporsi al nazifascismo con dignità e coraggio anche a prezzo della propria vita.

All’omaggio istituzionale, hanno fatto seguito i discorsi di Pietro Soldatelli sindaco di Nepi e di  Giocondo Gregori, presidente  della sezione Anpi di Nepi.

Nei due interventi sottolineata più volte la necessità di una piena attuazione dei valori della Carta Costituzionale e come oggi l’Antifascismo debba essere declinato come impegno prima di tutto per la pace in ogni parte del mondo e come opposizione nonviolenta ad ogni forma di autoritarismo, discriminazione, povertà, sfruttamento e  intimidazione.

L’antifascismo oggi deve essere anche lotta contro il razzismo e la xenofobia, l’omofobia, il femminicidio, per l’affermazione di una cultura umana del rispetto di ogni essere umano e per una accoglienza ed assistenza dignitosa, in ossequio all’articolo 10 della Costituzione italiana, dei migranti che fuggono da guerre, violenze, povertà e fame.

Sottolineata anche la necessità di una sempre più intensa collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado per iniziative di approfondimento dello studio della  storia e degli articoli della Costituzione  così da far crescere sempre di più tra i giovani  una coscienza consapevole e  autenticamente democratica e antifascista.

Il corteo si è poi spostato in via Emilio Sugoni, dove è stato ricordato  ed omaggiato l’impegno del partigiano nepesino che prese parte alla Resistenza e a cui è intitolata la strada e la nostra sezione.

Formalizzato anche l’impegno dell’Amministrazione di apporre a breve una lapide commemorativa in ricordo della vita esemplare del partigiano e cittadino Emilio Sugoni.

Il Direttivo della sezione Anpi esprime il proprio ringraziamento all’Amministrazione comunale, agli iscritti, alle associazioni, alla banda musicale nepesina, alle istituzioni e ai tanti cittadini che si sono impegnati per l’ottima riuscita delle celebrazioni del 25 aprile 2018.

Il Direttivo della sezione Anpi “Emilio Sugoni” di Nepi