Villa Serena, ok consultazione pubblica per ampliamento struttura

NewTuscia – MONTEFIASCONE – Ancora una settimana per la consultazione pubblica a Villa Serena. Il 30 aprile si chiude.
Elisabetta Ferrari, presidente della struttura sociosanitaria del Comune di Montefiascone, spiega: “Dal 31 gennaio, abbiamo ricevuto diverse persone che hanno fatto i sopralluoghi: il riscontro è positivo e sentiamo crescere l’entusiasmo per il progetto. Siamo molto determinati per dare una prospettiva di sviluppo a una struttura dal grande potenziale e che merita il meglio”.°

Infatti, la fase di sviluppo aziendale di Villa Serena è entrata nel vivo. Con il piano di fattibilità che, dopo essere stato assegnato dal Demanio a una delle più importanti società di consulenza aziendale, la torinese Praxi spa, ha come obiettivo far crescere l’azienda.

I sopralluoghi dell’aggiudicatario. Gli architetti Esther Rulli e Sara Cheli della Praxi spa sono state in questi ultimi giorni a Villa Serena per la due diligence, l’attività di investigazione e di approfondimento di dati e di informazioni relative alla struttura per fornire la base dei dati necessari alla ristrutturazione dell’immobile.
“Il nostro incarico prevede due fasi – spiegano -: due diligence vera e propria e fase di redazione di uno studio di fattibilità del complesso. La prima prevede la verifica della regolarità edilizia e catastale (si parte dal sopralluogo conoscitivo con foto e misurazioni), e si verifica sia lo stato di manutenzione del manufatto che, in seguito, la presenza o meno di vincoli ambientali, paesaggistici”. La finalità della due diligence è mettere in luce la presenza di eventuali criticità.

Lo studio di fattibilità, invece, precisano dalla Praxi, “attraverso la formulazione di diversi scenari verosimili di possibile sviluppo futuro, farà individuare il miglior percorso”. Gli scenari prenderanno come base gli esiti della consultazione pubblica.

Chi è l’aggiudicatario. Sul sito internet (http://www.praxi.praxi/) dell’aggiudicatario si legge: “Praxi è una primaria società italiana di consulenza organizzativa. Nata nel 1966, presenta la seguente struttura: 250 dipendenti (40 dirigenti), 10 sedi, 6 milioni di euro di capitale sociale. L’attività si articola su quattro divisioni: organizzazione, informatica, valutazione e perizie, risorse umane. Praxi offre servizi integrati”, puntando sul “fattore chiave della differenziazione, potendo proporsi come interlocutore multidisciplinare per la consulenza aziendale”.