Montecastrilli, la seconda giornata di Agricollina

NewTuscia – MONTECASTRILLI – 21 aprile 2018 – Seconda giornata di ‘Agricollina’ nel centro fieristico di Montecastrilli: tanta gente a visitare gli stand fin dalle prime ore del mattino, e poi spazio come sempre ai convegni.

In mattinata, hanno dibattuto gli esponenti del Consorzio ‘Tevere –Nera’, soddisfatto l’amministratore unico, Carla Pagliari: “Agricollina è stata un’occasione per il consorzio che rappresento per mostrare le proprie attività nell’ambito comprensorio da noi servito, che comprende 35 comuni e 177 mila ettari di territorio. Abbiamo ribadito anche la nostra salvaguardia idrogeologica, e si è sviluppato un confronto utile, nel quale abbiamo ascoltato le criticità emerse. La nostra mission è quella di tutelare i cittadini relativamente all’irrigazione dei campi, per garantire lo sviluppo di attività agricole”. Al dibattito erano presente anche il presidente della Coldiretti Terni, Massimo Manni.

Successivamente, sempre al centro Fiere, c’è stata la premiazione del concorso ‘Agri…immagini, cultura, emozioni’, ovvero la 10° edizione del premio ‘Antonio Bernardini’ dal titolo ‘Il Tempo…i tempi” a cura dell’Istituto Comprensivo ‘Ten Petrucci’ di Montecastrilli: hanno parlato la preside della scuola Stefania Cornacchia, e l’assessore alle pari opportunità del comune di Montecastrilli Benedetta Baiocco.

In questa iniziativa sono stati coinvolti i ragazzi delle scuole dell’infanzia e primarie del territorio, che hanno realizzato dei disegni bellissimi, fatti con vera passione, sul tema proposto dal concorso.

Nel pomeriggio, uno degli eventi clou, ovvero il convegno’ Allevare chianina in Umbria con efficienza e sostenibilità” promosso dall’Ara-Associazione Regionale Allevatori Umbria. Sul palco il direttore dell’ente Stefano Pignani,, il professor Mariano Pauselli dell’Università di Perugia e il dottor Marco Filipponi.

La carne chianina è sicuramente uno dei pezzi pregiati della regione: l’Ara sta facendo di tutto per rendere il processo di allevamento dei capi ancora più efficiente. In particolar modo, il professor Pauselli ha parlato del tema della ‘sicurezza alimentare’ relativamente alla chianina, mentre il dottor Filipponi si è soffermato sugli aspetti sanitari, e quindi come allevare i capi nella maniera giusta, rispettando le normative di legge.

Il dottor Pignani, invece, ha esposto un po’ lo ‘stato dell’arte’, facendo capire quale è la situazione umbra  della chianina. La nostra regione è al secondo posto per capi allevati, dietro soltanto alla Toscana, con una media che si attesta intorno alle 26 unità di animali: questo sicuramente è un pregio, anche perché la chianina è una delle razze eccellenti, ha delle caratteristiche davvero uniche. Un altro tema trattato è stato quello relativo all’aumento dei capi allevati: visto che la domanda da parte di chianina da parte dei consumatori è forte, l’obiettivo è quello di far crescere il numero di animali, per diventare sempre più competitivi sul mercato.

Domani mattina, alle ore 10 ci sarà un altro importante appuntamento di Agricollina: a partire dalle ore 10 ci sarà la ‘Celebrazione della Giornata Mondiale della Terra “Reti internazionali e sviluppo delle aree rurali” con la firma dello statuto e dell’atto costitutivo di ‘Amar –Wfara (Associazione Mondiale di Amicizia delle Aree Rurali – World Friendship Association of Rural Areas): dopo il saluto di Fabio Angelucci sindaco di Montecastrilli, alle ore 10,15 ci sarà la firma dell’atto costitutivo e dello statuto di Amar. Interverranno la dottoressa Ana Maria Meiners, sindaco di Esperanza (Argentina)vice presidente di Amar,  il professor Djemali Mnouer Presidente dell’Università Green di Tunisi, il dottor Ejigu Ayano Beyene presidente di Iaps (Italian Agriculture Project Service), la dottoressa Dosti Shqiponja dell’associazione Filoxenia (Albania), il dottor Ugo Francia presidente di DASS (Development and Solidarity Service), il dottor Valter Manzini di Agricollina e il dottor Riccardo Ricci, presidente di Biosphera. A coordinare gli interventi ci sarà il professor Adriano Ciani di Biosphera e segretario di Amar: in video conferenza ci saranno esponenti in collegamento dal Giappone, Spagna, Moldavia, Malawi, Nepal, India, Colombia e Georgia.