Elezioni Rsu: l’Usb vince nella Tuscia

NewTuscia – VITERBO – I lavoratori di Viterbo hanno scelto l’Usb, che risulta il primo sindacato in Prefettura, Ispettorato, Provincia e Agenzia delle Entrate, risultati ottimi, anche in Comune, Inps (Inail), Archivio di Stato e Procura.

I lavoratori non sono rimasti a guardare la scure governativa che si è abbattuta su tutto il comparto pubblico con il favore dei sindacati confederali. Hanno scelto di  essere protagonisti all’interno del loro posto di lavoro.

Negli anni, governi e poteri economici hanno praticato il progressivo e tenace attacco all’indipendenza e al ruolo fondamentale della Pubblica Amministrazione, previsto in costituzione.

Cgil, Cisl e Uil hanno scelto di firmare un rinnovo contrattuale più che misero, dopo 9 anni di blocco. Hanno, in questo modo, non solo ignorato la perdita salariale e la svalutazione degli stipendi, ma consapevolmente denigrato il valore e la dignità dei dipendenti.

Incapacità sindacale o volontaria cessione dei diritti dei lavoratori in cambio di altro?

I lavoratori hanno dato la risposta, scegliendo Usb, come sindacato conflittuale e di cambiamento.

Negli uffici di Viterbo dove l’Usb è stato eletto, costringerà le amministrazioni ad avere una diversa attenzione verso le problematiche interne, in particolare la sicurezza sul lavoro, migliorando così le condizioni generali del lavoro e dei servizi alla cittadinanza.

Grazie a tutti i lavoratori.

Usb Viterbo, Pubblico Impiego

Elisa Bianchini