Oggi seduta inaugurale del Consiglio regionale del Lazio, rieletto il presidente Daniele Leodori del PD

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ROMA – Daniele Leodori del Partito Democratico è stato rieletto al terzo scrutinio presidente del Consiglio regionale del Lazio nella seduta inaugurale tenutasi  oggi.
Leodori, che ha proposto che il Consiglio si riunisca almeno una volta l’anno nelle province («Consiglio itinerante»), ha formulato l’auspicio che la  «legislatura sia utile per le riforme, ad esempio al  Regolamento e allo Statuto.

Ho l’onore – ha detto ancora – di presiedere il Consiglio in modo consecutivo per la seconda legislatura, sento su di me ancor di più la responsabilità di una nuova fase politica, non solo per il mio ruolo di terzietà, ma anche per il nuovo quadro politico che si è determinato».

Leodori ha concluso il suo intervento di insediamento alla presidenza dell’Assemblea con due citazioni: una da Osho («Quando una cosa è negativa tienila per te, quando è positiva condividila») e una da Beniamino Andreatta: «Se in questo momento – ha concluso Leodori – ci concentriamo sulla politica le differenze ci immobilizzeranno; se ci concentriamo sulle politiche allora potremo migliorare la vita dei cittadini».

«La spending review portata avanti in questi anni è stata un elemento centrale in un percorso senza precedenti, prezioso non solo per rispetto verso i cittadini ma anche perchè ha consentito di liberare energie e risorse. Ritengo sia un percorso che debba proseguire». Così il neo-rieletto presidente del Consiglio regionale del Lazio, nel suo discorso di insediamento. «Non per una retorica cura dimagrante – ha aggiunto – ma perché mettere l’istituzione sul fuso orario dei cittadini deve comprendere in prospettiva anche questo elemento».

Devid Porrello (del Movimento 5Stelle) e Adriano Palozzi (di Forza Italia) sono stati eletti vicepresidenti del Consiglio regionale  con rispettivamente 15 e 11 voti.