Sovraffollamento carceri Lazio: Mammagialla a Viterbo il secondo peggiore regionale

NewTuscia – VITERBO – Un sovraffollamento di 1.008 detenuti considerato che n. 6.265  risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 28 Febbraio 2018, rispetto ad una capienza regolamentare di  detenuti prevista di n. 5.257  .
La sentenza Torregiani aveva il compito di diminuire il sovraffollamento nelle carceri,  ma dobbiamo evidenziare come il problema resta irrisolto.  Criticità che si registrano anche per  i ricoveri presso le REMS, con posti insufficienti rispetto alla richiesta.
Preoccupante è il il sovraffollamento negli istituti di:  CC Regina Coeli (+324);  NC Rebibbia (+ 289);  Viterbo (+176) ,  Velletri (+129);  Latina (+ 52).

Risultano ,sovraffollati anche gl iistituti di CC Cassino  (+86); CC Frosinone (+75); NC Civitavecchia ( +80); CCF Rebibbia ( +49);, CC NC Rieti( +73).
Le conclusioni degli Stati Generali dell’Esecuzione penale sono diventate lettera morta .
Le carceri sono inadatte dal punto di vista architettonico, organizzativo e funzionale per assolvere i fini previsti dalla Carta Costituzionale e ciò mette in difficoltà soprattutto il personale , carente dal punto di vista dei numeri che subisce alti carichi di lavoro oltre i turni previsti in condizioni lavorative rese tali dalle citate forti criticità.

Il Segretario aggiunto Fnc Cisl
Massimo Costantino

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21