NewTuscia – ROMA – “Nevica e per i pendolari di tutta Italia, in particolare di Roma e del Lazio

, caos e disagi a causa di un sistema ferroviario da terzo mondo. Ritardi, disservizi, cancellazione di larga parte delle corse regionali e dell’altra velocità, 29 ore di viaggio da Reggio Calabria a Torino. Questo il vero e proprio bollettino di guerra, palesatosi sui binari delle nostre ferrovie, nelle ore in cui la neve ha imbiancato la Capitale d’Italia. Una realtà operativa e infrastrutturale imbarazzante e inaccettabile che ha purtroppo dimostrato tutta l’impreparazione di Ferrovie dello Stato nella gestione di una emergenza, peraltro ampiamente prevista. Tali inefficienze e tale immobilismo non possono passare inosservati, dunque chiediamo a Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, di fare un passo indietro: alla luce di quanto accaduto, le dimissioni appaiono infatti l’unica soluzione percorribile”.

Così, in una nota, Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, Francesco Aracri, senatore di Forza Italia, e Adriano Palozzi, consigliere regionale FI e vicepresidente commissione Mobilità.