Orte, riapre domenica 25 il museo delle Confraternite

Orte

NewTuscia – ORTE – Dopo due mesi di chiusura riaprirà domenica 25 febbraio il museo delle Confraternite di Orte. La chiusura si era resa necessaria per permettere lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. Con l’occasione le Confraternite hanno provveduto ad installare un nuovo impianto di illuminazione e ad ampliare l’esposizione con ulteriori proposte, tra queste alcuni paramenti sacerdotali e arredi d’altare. Tali corredi erano anticamente acquistati dalle Confraternite stesse per i sacerdoti che officiavano i riti presso le chiese confraternali.

Il parroco e assistente spirituale delle Confraternite Don Maurizio Medici ha voluto contribuire all’esposizione mettendo a disposizione alcuni paramenti settecenteschi conservati negli armadi della curia. Il museo contiene le più belle suppellettili delle Confraternite, con pezzi provenienti dal XVII° e XVIII° secolo. La bara del Cristo Morto e l’Addolorata (una Madonna vestita) sono al centro dell’esposizione, non sottraendo però l’attenzione agli altri oggetti sicuramente meritevoli dell’ammirazione del visitatore. Il museo, fruibile ogni giorno della settimana, è dotato di una guida automatica con sottotitoli in inglese ed ha visto una ricezione turistica notevolissima in questi ultimi anni. Esso è parte del percorso espositivo di Orte, con il museo di arte sacra e il museo civico regala al turista un’ampia panoramica dal punto di vista artistico ed archeologico.  E con l’avvicinarsi della Pasqua le Confraternite comunicano la prossima pubblicazione del programma della settimana Santa con eventi programmati dal 17 marzo. Tornando al museo la riapertura è prevista per le 12,15 di domenica, cioè al termine della messa.

 

Confraternite Riunite di Orte