NewTuscia- In riferimento all’articolo pubblicato su NewTuscia.it del 16/02/2018 a firma dell’On. Touadi Jean Leonard, Cimo Lazio, che ha organizzato l’evento cui fa riferimento l’On. Touadi J.L., esprime sincero dispiacere per aver involontariamente causato questo sentimento di discriminazione nei confronti del candidato presidente della Lista Civica Popolare Lazio. Cimo Lazio tiene a precisare che ha organizzato l’evento con l’intento di limitare l’invito ai candidati delle maggiori forze politiche in campo, immaginando di allargare l’invito agli altri candidati. Tuttavia, avendo preso atto che erano ben 15 i candidati alla presidenza della Regione Lazio, ha ritenuto necessario limitare l’invito a soli 5 candidati, per il limitato tempo disponibile della sala per svolgere i lavori dell’evento. Nei fatti, oltre i 3 principali candidati sono stati invitati solo altri 2 candidati rinunciando ad invitare gli altri 10 candidati. La scelta dei due candidati è caduta sul candidato Pirozzi  per la sua oggettiva popolarità e la dott.ssa Canitano semplicemente perché segnalata da altri colleghi medici.

Jean-Leonard Touadi

Jean-Leonard Touadi

Pertanto la scelta è stata oggettivamente imparziale e scevra da qualsiasi volontà di discriminare alcuno, tant’è che l’avv. Stefano Rosati, candidato alla presidenza nella lista Per conquistare l’Italia si è presentato spontaneamente e, su sua richiesta, pur a lavori in via di conclusione,  ha potuto intervenire liberamente. Peraltro è utile far presente che CIMO Lazio sta collaborando con CIDA, alla quale confederazione aderisce, per l’incontro già programmato per il giorno 21/02/2018 alle ore 16.30 con l’On. Touadi.

Giuseppe Lavra

Segretario Regionale CIMO Lazio