Fioroni sulla visita del ministro Dario Franceschini

NewTuscia – VITERBO – La valorizzazione dei beni culturali, insieme a quella dell’enogastronomia e dei prodotti tipici di qualità, è la strada maestra da seguire per lo sviluppo economico della Tuscia. Il Viterbese, come ha ricordato Dario Franceschini durante la visita odierna, può andare a testa alta rispetto ai territori confinanti perché non ha nulla da invidiare a realtà come l’Umbria e la Toscana. Abbiamo un grande museo diffuso che dobbiamo sfruttare per potenziare il turismo. Un turismo sostenibile e di qualità.

fioroniOggi rispetto al passato ciò è possibile grazie alla prossima realizzazione di importanti infrastrutture che incrementeranno necessariamente i flussi turistici in provincia di Viterbo. Mi riferisco in particolare alla Trasversale Orte – Civitavecchia, il cui completamento è stato finanziato dal governo Gentiloni con 400 milioni di euro, ma penso anche al porto di Civitavecchia, destinato a diventare il più grande scalo d’Europa per le navi da crociera di tutto il mondo.

Con il ministro Franceschini siamo stati a Bassano Romano, alla cattedrale di Santa Margherita a Montefiascone e in visita alle chiese di San Giovanni e San Lorenzo a San Lorenzo Nuovo. Infine, abbiamo raggiunto Gradoli, dove abbiamo partecipato al pranzo del Purgatorio. Lo sforzo fatto in questi ultimi anni dai governi Renzi e Gentiloni per i beni culturali della provincia di Viterbo è stato immane. E’ la prima volta che sul nostro territorio vengono investite risorse così significative. Ci sono nove milioni per Palazzo Giustiniani Odescalchi a Bassano Romano, ma non solo. Soldi sono stati destinati a Civita di Bagnore­gio (un milione di euro), al Palazzo Monaldeschi e alla Torre Monaldeschi di Civitella d’Agliano (618mila e 400mila), alla chiesa di San Giovanni a San Lorenzo Nuovo (800mila), alla chiesa di Sant’Anna a Farnese (350mila) e alle Torri d’Orlando a Capranica (371.000). Altri finanziamenti saranno resi noti nei prossimi giorni.