NewTuscia – VITERBO -Un ruolo attivo della Regione che sia garante anche della Tuscia rispetto alla nuova mappa della geografia giudiziaria, un contributo al processo telematico che si traduca in un aiuto rispetto alla dotazione dei supporti strumentali, una collaborazione sui percorsi formativi della categoria.

Sono questi alcuni degli impegni intorno ai quali Andegidi ciambellarea Egidi, candidato al consiglio regionale per il PD, si è confrontato con l’ordine degli avvocati della provincia di Viterbo. E’ stata l’occasione per focalizzare l’attenzione su alcune problematiche sulle quali, fermi  restando i rispettivi ambiti di competenza, è possibile un sostegno e una collaborazione della Regione. Nello specifico si è parlato della collaborazione nella formazione permanente dell’avvocatura, in particolare su materie di competenze della Regione; del supporto strumentale dall’attività professionale, in particolare al settore telematico, della collaborazione nel settore dell’alternanza scuola lavoro.  Nel corso dell’incontro, introdotto dal presidente dell’ordine, avvocato Luigi Sini, è stato detto che un ruolo fondamentale e strategico, più di carattere politico, dovrà essere quello di controllo e garanzia rispetto al tentativo di accentramento di settori della giurisdizione a discapito della giustizia di prossimità.

Su queste questioni Egidi ha assicurato il proprio impegno alla Pisana. L’incontro con l’ordine degli avvocati si inserisce nel percorso di ascolto che Egidi, durante questa campagna elettorale, sta compiendo con i settori fondamentali della società viterbese per cogliere le loro istanze e farsi interprete dei loro bisogni.

EGIDI E CIAMBELLA SULL’AGGRESSIONE DELLA BABY GANG

“Quando si arriva a offendere, denigrare e aggredire due ragazzi solo per il colore della loro pelle si raggiunge un desolante punto di non ritorno”.

Così Luisa Ciambella e Andrea Egidi, candidati Pd alle Regionali del Lazio, stigmatizzano l’aggressione da parte di una baby gang a Ostia, subìta da due 17enni ospiti di un centro d’accoglienza di Tarquinia.

“Più grave del fatto accaduto c’è solo l’indifferenza con cui si trattano eventi di questo tipo – affermano Luisa Ciambella e Andrea Egidi – Episodi come questo hanno caratterizzato periodi bui del nostro paese dove la tendenza era quella di far finta di nulla. Epiloghi drammatici che hanno segnato la storia del nostro paese e di tutta la comunità internazionale. Dobbiamo opporci a questa deriva sulla quale un certo tipo di destra alimenta le divisioni, l’odio e umilia i deboli al solo fine di aumentare il proprio consenso”.

Alla dignità sociale e alle nuove generazioni è rivolta l’attenzione dei candidati alle regionali che sottolineano la necessità che “questo argine vada alzato, per difendere e rimarcare la dignità dell’uomo a prescindere dalle sue origini. Non possiamo tornare indietro, non possiamo far crescere i nostri figli in questo egoismo, ma dobbiamo offrire alle nuove generazioni una prospettiva dove i valori dell’uguaglianza e del rispetto siano tratti che contraddistinguono una società moderna”.

EGIDI PARTE DA RONCIGLIONE: “CHIUSA LA STAGIONE DEL RISANAMENTO SI APRE LA FASE DELLA CRESCITA”

RONCIGLIONE – Con l’inaugurazione, questo pomeriggio, del comitato di Ronciglione è partita la campagna elettorale di Andrea Egidi, candidato Pd alle Regionali insieme a Luisa Ciambella, con lui questa sera all’inaugurazione.

”Comincia da qui un mese e mezzo impegnativo – ha detto Egidi – La battaglia è chiara: non tornare indietro sui risultati straordinari della giunta Zingaretti. Chiusa la stagione del risanamento, si apre la fase della crescita e dello sviluppo”.

Egidi ha sottolineato come il: “Lazio sia tornato ad essere una regione virtuosa, un ente che ha ripreso dignità e funzione. Se cinque anni fa si diceva “si deve fare” oggi diremo “si può fare”.

Sulle candidature in corsa Andrea Egidi ha sostenuto che “la battaglia, che sarà fatta insieme, è nel segno di un rinnovamento robusto, perché non inventato, grazie alle nostre esperienze politiche e di governo”.

“Grazie a noi – ha specificato – la Tuscia avrà una rappresentanza politica alla Pisana con una visione equilibrata e ordinata nella gestione del governo”.

Un passaggio del suo intervento Egidi lo ha riservato a Ronciglione. “Voglio essere – ha detto – lo strumento per unire questa comunità, troppo spesso divisa. Qui ho deciso di vivere con la mia famiglia, qui ho deciso di far crescere i miei tre figli, e soffro nel vedere che troppo spesso Ronciglione è divisa. Utilizziamo questa campagna elettorale per dare un segno di unità a Ronciglione e farla tornare al posto che merita. Sarà questo l’atteggiamento con il quale chiederò e chiederemo un voto per la mia candidatura e per Zingaretti Presidente”.

Il comitato elettorale è stato aperto da Marco Bondini coordinatore di circolo. Tra gli interventi anche quello del consigliere comunale Alessandro Giovagnoli.