Tarquinia, Catini: “Il PD zitti Cecconi se vuole ricostruire un nuovo percorso. ”

loading...

manuel catiniNewTuscia – TARQUINIA – Non mi sarei mai aspettato che dopo oltre sei mesi di amministrazione, il primo attacco del Partito Democratico venisse da uno dei suoi più illustri esponenti: Aldo Cecconi. Un “politico” che dopo essere saltato da un movimento all’altro criticando aspramente il partito democratico è finito proprio lì, ergendosi a questo punto come segretario ombra. Durante le sue prolisse e stancanti pontificazioni l’illustre esponente inanella una serie di inesattezze che è mio dovere fargli notare.

Innanzitutto, Rinnova è un movimento che, anche se sullo scenario cittadino viene percepito come di centro destra, è un contenitore di persone, professionalità ed idee per la società civile, indipendentemente da dove si siano storicamente collocati o si collochino coloro che ne fanno parte. Ciò significa che a rendere il nostro gruppo così forte e coeso è la voglia di amministrare bene la nostra splendida Città, non l’ideologia politica.

Parallelamente io, come del resto anche altri che in questi anni si sono avvicinati a Rinnova, non rinnego la mia storia di appartenenza politica. Forza Italia è una forza moderata e liberale che è alla continua ricerca di nuove idee e nuovi stimoli, indipendentemente che essi provengano dalla nomenclatura politica tradizionale o dalla società civile. Sono onorato che il coordinamento provinciale, che intendo ringraziare, mi abbia riconosciuto gli sforzi profusi per la buona amministrazione della cosa pubblica e la vicinanza dimostrata in tutti questi anni.

Ciò detto, sono estremamente felice che le mie vicende politiche rendano così appagato il neo segretario del PD Aldo Cecconi tanto da ricercare, con attacchi infantili, una visibilità che continua a sfuggirgli. Anche per questo motivo ho scelto di rispondergli, così da fargli avere qualche altro minuto di notorietà.

Spero che da queste schermaglie il Pd e lo stesso Cecconi, anche se dubito su quest’ultimo, capiscano che più che continuare a chiacchierare di me, dovrebbero avviare un’attività politica che è ai minimi storici da mesi. Ad ogni modo ringrazio Cecconi per aver contribuito a far crescere il nostro consenso grazie alle sue esternazioni. Ogni realtà ha bisogno di un’opposizione viva e determinata senza scadere nel “cicaleccio” che non fa bene nemmeno a chi governa e soprattutto continuerà a condannare il PD al destino vissuto negli ultimi mesi. L’augurio è che qualche intelligente esponente PD, che possa avere a cuore il prossimo futuro, faccia capire al suo giovane ma non rampante Cecconi che le sue uscite sono più dannose di quanto si possa immaginare. Tanto dovevo.

MANUEL CATINI