perugia_32NewTuscia – PERUGIA – E’ stato approvato dall’Esecutivo di Palazzo dei Priori –in qualità di capofila della Zona sociale 2- l’accordo di collaborazione con la Regione dell’Umbria per l’attuazione del Family Help, i buoni servizio per prestazioni individuali di lavoro a domicilio, finalizzati a supportare tutte quelle famiglie che hanno carichi di cura familiare.

Entro il 15 gennaio prossimo il Comune emanerà un avviso per le famiglie che intendano presentare domanda di contributo -erogato sotto forma di buono lavoro Inps-, che resterà aperto per almeno 45 giorni. Tutti coloro ai quali sarà attribuito il bonus avranno, poi, sei mesi di tempo per effettuare la spesa relativa e trenta giorni, dalla loro scadenza, per presentare la documentazione di rendiconto, necessaria ai fini dell’erogazione del contributo stesso.

Nel frattempo è in fase di predisposizione, da parte della regione, un apposito avviso per la formazione dell’elenco di “family helper”, a cui le famiglie stesse potranno attingere per la concessione del contributo.

L’azione è a valere sull’asse dell’Inclusione sociale e lotta alla povertà previsto dal Piano Operativo FSE 2014/2020.

GIUNTA COMUNALE/LA STREET ART COME MEZZO DI CONTRASTO AL VANDALISMO

A seguito della positiva esperienza di street art già effettuata, nell’ambito delle azioni di rigenerazione urbana previste da Perugia Capitale dei giovani, sul muro adiacente la rotonda di Rimbocchi e il sottopasso pedonale di Piazza Vittorio Veneto, la Giunta comunale ha ritenuto di poter proseguire la sperimentazione di interventi analoghi, quale mezzo di valorizzazione di spazi urbani e di contrasto al vandalismo.

Per questo, si stanno individuando possibili luoghi cittadini sui quali intervenire con ulteriori azioni artistiche giovanili, ritenuti prioritari perché si tratta di muri già oggetto di atti di vandalismo costante, prospicienti ad aree pubbliche di accesso alla città; muri nei pressi dei quali vi sia un intenso transito automobilistico e pedonale; muri adiacenti a rotonde che siano state di recente oggetto di lavori pubblici e, infine, muri di edifici scolastici o prospicienti ad essi.