NewTuscia – Una previsione che poggia su basi solide anche se, ad onor del vero, la tendenza che si va a delineare è presenta già da diverso tempo. Viviamo ormai da anni in una sorta di corsa al multimediale, a volte anche esasperata e ostinata.
Il web la fa da padrone ormai già da un po’, motivo per il quale parlare di 2018 come anno destinato a far registrare un boom di web marketing suona un po’ come una ridondanza. Ma tant’è, secondo gli esperti sarà proprio così.
Quello che sta per arrivWeb-marketingare è destinato ad essere un anno di conferma, mettiamola così, per quello che riguarda la crescita dei servizi di web marketing. A confermarcelo è Marco Loprete,  consulente di web marketing.

“Il web marketing è un qualcosa di sempre più centrale per tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione e dal settore nel quale sono attive. È così già da qualche anno ma, secondo statistiche piuttosto credibili, per il 2018 le aziende aumenteranno il proprio budget da investire nel marketing digitale. Il tutto con conseguente diminuzione della spesa per strumenti tradizionali, come pubblicità su giornali cartacei o tv.”

Quali sono gli strumenti si web marketing più efficaci sui quali una azienda dovrebbe investire?
“Ovviamente il primo passo è quello di avere un sito personale. E questo ormai è un qualcosa di piuttosto diffuso anche qui in Italia, dove la delocalizzazione sulla rete è stata più lenta rispetto ad altre realtà estere. Quindi ciò che conta è la promozione del sito: gli strumenti più efficaci sono una campagna Seo; una gestione efficace dei social network; una politica di contenuti di testo di qualità da proporre con cadenza periodica. Diciamo che già dall’unione di questi 3 fattori si possono trarre benefici in rete.”

Esiste un budget di riferimento da indicare per campagne di web marketing?
“Ovviamente non è semplice indicare un budget adatto a tutti perché si parla di scelte soggettive; ogni progetto ha storia a sé. In linea di massima oggi si possono ottenere risultati anche senza spendere un capitale; quello che conta come sempre è la qualità. È importante sapere il come si spende un budget stabilito. Affidarsi a professionisti che siano in grado di portare risultati concreti.”

Sarà sempre più la rete il terreno di riferimento in ambito promozionale?
“Difficilmente si tornerà indietro: studiano l’andamento della pubblicità online si scopre che nel 2017 si è registrato  un incremento del 15% rispetto al 2016. Le analisi cui si faceva riferimento sopra indicano che nel 2018 si assisterà ad un ulteriore incremento del 18% per un totale di 3 miliardi di euro. La pubblicità ormai si è spostata inevitabilmente in rete.”