Roma, il dragon Boat contro la violenza sulle donne

NewTuscia – ROMA – Il 17 dicembre si è svolta a roma, presso il laghetto dell’Eur, la tradizionale gara di chiusura dell’anno agonistico del dragon Boat: La coppa di Natale. La manifestazione in questa edizione si è tinta di rosa in in quanto dedicata nell’intitolazione a una tematica sociale : la violenza alle donne. La voce del popolo delle pagaie, si è alzata dunque per sottolineare una tematica dai risvolti drammatici che affligge la nostra società.

gg5Sotto l’alto Patrocinio del Parlamento Europeo, tante associazioni, persone e atleti si sono ritrovati a partecipare come spettatori e protagonisti a questa kermesse la cui madrina è stata Annalisa Minetti; una donna veramente d’acciaio…Atleta , Cantante e quant’altro di successo…Tra i presenti entusiasti anche il consigliere regionale di sport e cultura Eugenio Patanè, Roberto Morello presidente della Lega Italiana contro i Tumori, Michele Panzarino  dell’Accademia Nazionale di Cultura Sportiva, Rosalba Taddeini di Differenza Donna e Carmelo Mandalari di Flames Gold.  Sono poi intervenuti i genitori di Federica Mangiapelo e di Fabrizia di Lorenzo ragazze sfortunate che hanno perso la vita entrambe a causa di forme diverse di violenza in drammatiche circostanze…Sottolineata da un lungo e commosso applauso la consegna, da parte dei responsabili della FIDB, delle targhe commemorative dedicate alle due sfortunate ragazze.  Questa manifestazione di fine anno segna anche il passaggio di consegne tra Claudio Schermi che rivestirà il prossimo anno il ruolo di presidente della federazione Europea Dragon Boat (EDBF)   al posto di Alan Van Caubergh, e Antonio de Lucia già eletto presidente di quella italiana (FIDB).  La Coppa di Natale  è stata vinta dalla squadra dell’Indiana mentre al secondo posto una sorprendente Etruria otteneva un bel piazzamento… al terzo posto l’Albadrago… Il trofeo Apollonio sul misto standard è andato ancora all’Indiana. Dopo la premiazione, presieduta da Schermi, De Lucia e  Van Caubergh altre targhe per le associazioni già citate, da sempre occupate sul campo contro ogni discriminazione di genere; queste hanno poi “eletto” il dragon boat quale sport rappresentativo… e poi tutti a brindare per la riuscita della manifestazione e i consueti auguri Natalizi. Una giornata proficua in cui il dragon boat ha rivestito il ruolo di catalizzatore tra tante associazioni, tanti amici che hanno condiviso un momento importante

Carlo Cagnucci allenatore dell’Etruria: ”In questa giornata di festa dedicata alle donne dobbiamo ringraziare i nostri equipaggi femminili che con due argenti e un bronzo ci hanno trascinati in classifica… ma lo sforzo degli uomini non è stato da meno visto che eravamo solo in otto…e nei misti ci siam dati da fare…Ma aldilà dei risultati sportivi però mi piace ricordare la partecipazione dell’Etruria a questa gara come un punto fermo: un adesione al  progetto di Antonio de Lucia che il 27 gennaio p.v. presso il CONI – Sala Auditorium del palazzo delle Federazioni, approfondirà questa tematica ad un Convegno Nazionale. La violenza contro la donna va contrastata in ogni modo, usando anche testimonianze che arrivano da eventi sportivi come questo. Infine Un abbraccio forte con affetto profondo agli amici Giovanna e Gaetano di Lorenzo, genitori di Fabrizia, persone esemplari che si sono trattenuti con noi durante la manifestazione.

CLASSIFICA COPPA DI NATALE:

1^ class INDIANA CLUB p. 88

2^ class. ETRURIA p. 43

3^ class. ALBADRAGO p. 39

3^ class. AISA sport p. 39

5^ class. CC EUR p. 20

6^ class. THE CORE p. 18

7^ class. ELLIOT p.17

7^ class. ITALIA CINA p. 17

9^ class. ALBALONGA p. 10

10^ class. POLVERINO p.6

Breast Cancer Paddlers

1* class. LILT latina p. 10

2^ class. Abbraccio Rosa p.9

3^ class. ANDOS p.8