Cristiana Avenali

Cristiana Avenali

NewTuscia – ROMA – “La vicenda della riorganizzazione relativa agli Istituti Comprensivi ‘Matteo Ricci’ e ‘Fiume Giallo’ nel Municipio IX, indicata dalla Regione stessa come criticità da risolvere nelle linee guida del Dimensionamento scolastico, già dal biennio 2017/2018 e poi riproposta per il 2018/2019, è tornata alla Regione Lazio esattamente così come era stata segnalata, senza nessuna soluzione”, così in una nota Cristiana Avenali, consigliera PD della Regione Lazio.

“Infatti nell’audizione, da me richiesta e tenutasi ieri pomeriggio, in Commissione Cultura, Diritto allo Studio e Istruzione del Consiglio Regionale del Lazio, in cui si sono affrontati proprio gli esiti dei tavoli tecnici relativi a suddetti Istituti scolastici, i verdetti emessi dagli enti locali, Municipio IX, Roma Capitale e Città Metropolitana, sono risultati un vero e proprio ‘non luogo a procedere’, ovvero non avendo la capacità o la volontà di affrontare la questione, che tra l’altro non comporterebbe alcuna perdita, se non un incremento, di posti di lavoro per docenti e personale, gli enti territoriali hanno preferito lasciare le cose così come erano, dimostrando incapacità di confronto, programmazione e di prendersi cura degli interessi della propria comunità con buon senso e praticità”, prosegue la consigliera Avenali.

“Ignorando le numerosissime segnalazioni, richieste e infine anche proposte di riorganizzazione dei plessi scolastici fatte ogni anno, fin dal 2011, dai genitori i cui figli frequentano le scuole del quadrante di Torrino Sud e Torrino-Mezzocammino, in cui sono presenti i due Istituti Comprensivi, composti da plessi geograficamente non contigui tra loro e i cui bacini d’utenza si sovrappongono, nonostante i due quartieri siano divisi territorialmente dal GRA. Una circostanza troppo a lungo lasciata nel limbo, che determina situazioni di disagio notevole per i cittadini, causando spostamenti continui tra i quartieri, con un incremento incontrollato di traffico e smog, impedendo lo sviluppo di tipologie di mobilità nuova, più sostenibile, come i pedibus o i percorsi ciclabili protetti, e uno squilibrio in termini di iscrizioni tra i due Istituti che va affrontato, prima che diventi un elemento di crisi, con una riorganizzazione complessiva del sistema scolastico di questo quadrante territoriale, che tenga conto dei trend di crescita dei bacini d’utenza e della contiguità geografica dei plessi facenti parti degli Istituti Comprensivi.

Spero vivamente”, conclude Cristiana Avenali, “che la Regione Lazio, pur trovandosi nella difficile situazione di dover prendere atto delle decisioni prese dagli enti locali, ma con la consapevolezza del persistere, se non del peggiorare, delle criticità nei due Istituti del IX Municipio, da essa stessa per prima segnalate, possa mettere in campo, nell’ambito delle sue competenze, azioni mirate a correggere lo stato delle cose nel quadrante Torrino Sud e Torrino Mezzocammino prima dell’approvazione definitiva della delibera sul Dimensionamento Scolastico 2018/2019”.