Smartphone Apple ricondizionati grado A: cosa sono?

NewTuscia  – Si sente sempre più spesso parlare di ricondizionato, ma è un procedimento che per tanti presenta ancora tante incognite, fra cui quella del grado. Facciamo un po’ di luce su questo dubbio.apple

Grado A, B o C cosa vuol dire?

Ricondizionare un dispositivo vuol dire rigenerare completamente l’apparato tranne la parte estetica. In genere questa viene suddivisa in gradi, A,B e C. Il valore dei gradi dovrebbe essere univoco e indicare la condizione migliore (A) fino alla condizione peggiore (C). A tale fattore dovete fare molta attenzione perché qualcuno potrebbe creare un po’ di confusione invertendo i valori.

Ricordate: quando si parla di gruppo A ci si riferisce ad un modello paragonabile al nuovo, senza nessun segno di usura. Scendendo si arriva a modelli più rovinati, anche se i segni non sono mai tali da comprometterne l’utilizzo: i problemi sono tranquillamente risolvibili con una cover.

Cellulare Apple grado A

Gli smartphone Apple ricondizionati grado a sono il massimo dell’offerta in questo settore. Con un prezzo inferiore a quello di un dispositivo nuovo si ottiene un cellulare completamente rigenerato in cui tutti i componenti usurati sono stati sostituiti, i difetti corretti, le funzionalità testate, il sistema operativo ricaricato e aggiornato, lo schermo sostituito e il tutto igienizzato e munito di accessori nuovi. In poche parole di stratta di un oggetto molto simile al nuovo.

Il dispositivo viene testato in entrata, per individuare eventuali difetti e malfunzionamenti, e in uscita, dopo aver effettuato tutti gli interventi necessari. Un modello inserito nel gruppo A, abbina al completo restauro della parte tecnica, la perfezione di un’estetica priva di segni. In questo modo è possibile avere l’oggetto dei propri desideri ad un prezzo inferiore rispetto al nuovo da cui, a questo punto, differisce di poco.

I gradi sono tutti uguali?

In teoria la classificazione in gadi dovrebbe essere uguale per tutti, per non creare confusione nell’acquirente, ma qualcuno utilizza classificazioni diverse come, ad esempio, invertire il grado d’usura (C,B e A) oppure aggiungere dei + come nella classe energetica (A, A+ e A++). Per evitare di incappare in malintesi è sempre necessario leggere accuratamente le disposizioni dell’acquirente e verificare che sia riconosciuto e rilasci la garanzia che, anche se non è obbligatoria per legge, dimostra serietà da parte del venditore.

Qualcuno si chiede perché acquistare un cellulare Apple rigenerato? La risposta, come sappiamo, è sempre al stessa, ossia una questione economica, eppure c’è qualcos’altro. Sicuramente non tutti possono permettersi un Apple nuovo, in questo modo, invece, sono tante le persone che possono usufruirne. La scelta del rigenerato, però, non è solo economica ma è anche un’opzione ecologica allineabile ad uno stile di vita. Nell’era del consumismo, in cui tutto si butta nel giro di poco tempo, recuperare e rigenerare è una scelta che va oltre le mode e il risparmio. La produzione di un dispositivo nuovo richiede impiego di energia per il reperimento di materie prime e per la produzione che, a loro volta, producono inquinamento. Anche lo smaltimento del materiale usato provoca inquinamento, consumo di energie e spreco di materie prime. Rigenerare un cellulare abbatte tutti questi sprechi.

Come in tutte le cose, anche in questo caso ci sono i contro. In questo settore i contro possono essere causati dalle persone. Ci sono tanti ciarlatani e spetta a noi non farci prendere in giro. Nessuno regala niente, ricordatelo sempre. Ci sono persone che si lamentano di essere state truffate ma bisogna stare attenti: non si può pretendere che un oggetto di valore, venga venduto per un’inezia, è palese che si tratta di una truffa. Rivolgetevi sempre e solo a venditori affidabili e riconosciuti e fatevi rilasciare la garanzia: solo in questo modo sarete tutelati.

 

 

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21