Sabato 30 settembre la parrocchia di Sant’Antonio di Orte festeggia il 25 di sacerdozio di Padre Ausilio Tornambè

Stefano Stefanini

ausNewTuscia – ORTE – Sabato 23 settembre alle ore 18 la comunità parrocchiale  di Sant’Antonio in Orte Scalo si stringerà intorno a Padre Ausilio Tornambè francescano, per festeggiare il 25 anniversario della sua ordinazione sacerdotale, avvenuta nel 1992, proprio nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio.  Ricordiamo che Padre Ausilio ha svolto per alcuni anni il ministero di parroco di Orte Scalo nel anni Novanta.

E’ un evento molto sentito dalla comunità parrocchiale e civica,  per il bene  e l’affetto profuso dal seguace di Francesco di Assisi nella parrocchia oggi retta da Don Giuseppe Aquilanti,  ove Padre Ausilio ha lasciato una significativa esperienza di apostolato specie tra i giovani, rilanciando le attività dell’oratorio e la partecipazione dei ragazzi alla vita della chiesa locale.

Sabato  porgeranno gli auguri a Padre Ausilio per il significativo traguardo di vita sacerdotale  in modo particolare   coloro che hanno apprezzato l’apostolato del francescano, le famiglie, le associazioni e la comunità cittadina nella sua interezza.

Padre Ausilio, dopo il servizio pastorale ad Orte,  è stato particolarmente presente nei luoghi francescani del reatino, come Greccio, ove spesso ha ricevuto la visita di fedeli a cui ha dedicato il servizio di parroco.

Dopo la Celebrazione Eucaristica delle 18,30  la giornata vedrà un momento di festa per Padre Ausilio presso l’Auditorium parrocchiale.

La figura del parroco verrà messa in rilievo nella dimensione di servizio della famiglia parrocchiale, nell’annuncio della parola di Dio, nella celebrazione dei santi misteri e nella testimonianza concreta della carità di Cristo.

La celebrazione comunitaria di sabato 30 settembre  sarà improntata  alle parole scelte “ Se non saprete farvi come bambini, nella novità del cuore e della vita non entrerete nel Regno dei Cieli”, oltre  all’invito alla carità reciproca, all’attenzione verso tutti coloro che hanno bisogno di sostegno e incoraggiamento  ed alla collaborazione pastorale di tutti i membri della comunità.