Gli studi universitari in economia sempre più orientati verso Borsa, trading e finanza

NewTuscia – VITERBO – Oggi che l’offerta formativa dell’Università della Tuscia si arricchisce di un nuovo dottorato di ricerca in ‘Economia e Management e metodi quantitativi’, diventa fondamentale sottolineare la nascita di nuovi percorsi formativi, determinanti per il futuro dei più giovani.

unitussFra i settori professionali in netta crescita fanno bella mostra di se la gestione del mondo digitale e l’economia circolare, ai quali l’università di Viterbo dedica già da tempo corsi e master ad hoc.

Il futuro della facoltà di economia, è un dato di fatto, si sviluppa fra Borsa, trading e finanza on line.

Un percorso che segue step by step i cambiamenti nel mondo del lavoro, ma soprattutto si sta preparando alle esigenze dei prossimi dieci anni, quando le matricole di oggi dovranno fare i conti con un universo professionale che  ha cambiato pelle.

Anche se la tradizionale formazione in economia non verrà riposta in soffitta, le novità saranno davvero molte e le facoltà, incentrate oggi sullo studio della materia, riserveranno sempre più attenzione alla finanza.

I temi finanziari otterranno sempre più spazio, e i corsi verranno rimodulati in modo tale da poter essere personalizzati, a seconda della carriera professionale che si vorrà intraprendere.

L’aver ottenuto una laurea in economia ad esempio potrà garantire un interessante trampolino di lancio per chi vorrà occuparsi di un settore qual’è quello del trading on line.

Ambiti quali Operazioni binarie, Trading on line e CFD – Contratti per differenza – affascinano sempre di più le nuove generazioni.

In realtà il settore del trading raccoglie sempre più consensi anche da parte di investitori meno esperti, che si avvicinano per la prima volta e traggono insegnamento da strumenti di ultima generazione, fra cui primeggiano le piattaforme gestite da broker e da società di intermediazione finanziaria.

Anche chi non ha portato a compimento studi economici può scegliere di giocare in Borsa.

Non avere competenze specifiche non significa potersi precludere la possibilità di investire i propri risparmi. Lo si può fare utilizzando gli strumenti opportuni, evitando azzardi ingiustificati e muovendosi non prima di aver appreso i rudimenti necessari per poter operare nel trading on line.

I più scrupolosi si avvicinano al mercato del forex solo dopo aver seguito corsi di finanza operativa ed analisi tecnica e fondamentale. Altri optano per una via più diretta scegliendo di studiare da vicino i mercati finanziari attraverso le pagine economiche dei giornali, delle riviste specializzate, dei siti on line.

Per entrambe le categorie risulta utilissimo uno strumento come le demo messe a disposizione dalla piattaforme, che consentono di operare senza denaro, simulando in tutto e per tutto operazioni reali.

Si può scegliere di investire su mercati ed asset diversi, fra cui  titoli azionari, indici azionari, coppie di valute, materie prime.

Il successo sui mercati finanziari non arriva per caso, o per il solo sapersi affidare alla fortuna.

La piattaforma del broker prescelto vi permetterà di accedere al sistema, potrete fruire del materiale messo a disposizione dal vostro intermediario, ma è bene non sottovalutare neppure per un istante che è necessario tenersi aggiornati per non ritrovarsi a piangere sul denaro perduto.