Lezioni di stile per la scelta di sedie e poltroncine di casa: le regole

NewTuscia – Le sedie sono fra gli ultimi complementi che si acquistano nell’arredare casa, eppure possono cambiare il carattere di una stanza e sono elementi necessari e funzionali in diversi ambienti. Il mondo delle sedie è variegato, ecco quindi le regole per muoversi in questo panorama.

Scegliere le sedie non è sempre semplice ( https://www.cassina.com/it/collezione/sedie-e-poltroncine ), specialmente di fronte all’ampia quantità di articoli presenti sul mercato. Seguendo però qualche semplice regola è possibile ridurre la scelta su specifici modelli e tipologie, in modo da trovare il complemento perfetto per la vostra casa. La prima cosa a cui pensare è la finalità che quella sedia andrà a ricoprire.

Estetica e comodità delle sedie: le caratteristiche

La sedia o la poltroncina è un elemento con un potenziale decorativo importante, non a caso infatti si tratta di una classica icona di design. Per scegliere il complemento perfetto dal punto di vista estetico è fattore indispensabile immaginarlo inserito nel contesto e non solo preso singolarmente. Questo vale soprattutto se si scelgono design particolari, colori sgargianti, finiture d’effetto.

Una sedia di per sé è caratterizzata da tre elementi, sui quali è bene riflettere a priori: la forma, dove si esprime maggiormente la creatività dei designer; il materiale, che deve rispondere ad esigenze tattili e visive; il colore, il principale fattore che salta all’occhio. Oltre a queste tre caratteristiche, una sedia si distingue anche per la comodità e la funzionalità. Studi e ricerche permettono di avere oggi modelli che riescono a coniugare i tre elementi estetici a queste due caratteristiche.

Guida all’acquisto dell’elemento perfetto

Quando si sceglie un complemento d’arredo come la sedia o una poltroncina, bisognerà quindi ragionare sulle tre caratteristiche estetiche (forma, materiale, colore) e le due pratiche (comodità e funzionalità), dando differenti priorità in base al caso. Per la cucina, per esempio, materiale, comodità e funzionalità saranno i primi dettagli discriminanti. Le sedie per questo ambiente devono essere pratiche e poco ingombranti per muoversi agevolmente, la seduta comoda per starvi seduti anche a lungo, i materiali devono essere lavabili e leggeri. Una volta individuato un ventaglio di prodotti possibili, allora si potrà pensare di ricercare un prodotto che richiami le forme del contesto e scegliere i colori in abbinamento.

Per la zona notte e la toilette le caratteristiche estetiche hanno invece la meglio. In camera da letto o nel bagno, una sedia o poltroncina ha più scopo decorativo. Proprio per questo si può osare con forme, materiali non estremamente comodi e con colori anche eccentrici o bizzarri. Per lo studio la giusta scelta è un buona via di mezzo. Per capirci meglio diciamo che vale il discorso dell’estetica, dal momento che nell’ambiente di lavoro è importante anche l’immagine, ma ci vuole anche un minimo di comodità per non fare scappare dallo studio ci vi si accomoda.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21