IOS o Android? Iphone o Samsung? La grande contesa

NewTuscia – Quando è l’ora di acquistare un nuovo smartphone, tanti si chiedono se rimanere sulla propria posizione o se cambiare alla parte opposta. La contesa sostanziale e il grande dubbio, si ripete anche quest’anno, fra Samsung Galaxy S7 Edge o Iphone 7. Le differenze non sono tante, ma sono sostanziali.

Differenza nel sistema operativoandroid iphone

La differenza fondamentale è data dal sistema operativo. Apple ha realizzato appositamente per i suoi smartphone il sistema IOS, mentre di contro i Samsung utilizzano Android. Di fatto il sistema operativo studiato specificatamente per il telefono (nel caso: un IPhone) fa sì che il dispositivo sia più difficilmente soggetto a problemi e rallentamenti dati da crash o errori. La fluidità delle varie funzioni insomma è maggiormente garantita.

Nel caso di Android, il sistema operativo è più aperto. Anche altri marchi adottano infatti questo sistema operativo e non cambia di base il brand dello smartphone. Questo significa che il funzionamento dipende dalle specifiche dell’hardware e dell’apparecchio sul quale gira il sistema operativo. Eventuali problemi insomma non dipendono da Android, ma da dalle varie prestazioni del telefono. Di fatto comunque acquistando un prodotto con elementi di base di qualità, con le prestazioni desiderate si può avere un modello eccellente. Acquistando, al contrario, un dispositivo peggiore, si avranno prestazioni peggiori.

La tendenza di pensiero nelle due aziende è completamente diversa. Apple chiude i sui dispositivi pur di garantire la sicurezza, limitando la comunicazione (via bluetooth, Wifi, NFC per esempio) a quella famiglia. Al contrario Samsung guarda ad aprire i fronti, a spaziare e a dare piena libertà.

Cambiano le app

Le app per Android e quelle per IOS sono diverse. Nello specifico le prime sono numericamente maggiori, ma il funzionamento delle stesse può andare peggio o meglio in base ovviamente allo smartphone. I bug comunque vengono di solito sistemati grazie ad aggiornamenti periodici dell’app, che il telefono stesso richiede all’utente. Anche se il numero delle app IOS è minore, ci sono sempre app alternative che possono svolgere le medesime funzioni.

Nel caso di un teledono Iphone, su quel dispositivo non si possono scaricare altre applicazioni che non provengano dallo specifico Store. Diverso per Android, che permette l’utilizzo di app presenti nel Google Play Store, ma anche altre scaricate via web. La grossa differenza sulle app nei due sistemi risulta evidente anche nei recenti modelli: Iphone 7 ricerca la fruibilità e la sicurezza, mentre Samsung Galaxy S7 Edge ( https://blog.yeppon.it/samsung-galaxy-s7-edge-recensione/ ) punta alla libertà di utilizzo. Basta leggere una qualunque recensione per capire che di fondo c’è un’ottica dell’utilizzo dello smartphone totalmente differente.

Scambio di dati

Data la chiusura dei dispositivi Apple, è chiaro che chi ha già un pc di questo brand, scelga un dispositivo IPhone, per poter connettere i suoi dispositivi elettronici. D’altro canto non sarà concessa alcuna comunicazione con amici e parenti che utilizzano un sistema Android. L’apertura di Android permette di comunicare con un classico sistema operativo di Windows, il più diffuso, mentre nel caso di IOS, la situazione diventa più complessa. La comunicazione è possibile, però bisogna passare forzatamente da un app dedicata proprio alla conversione per la comunicazione dei due sistemi operativi. Android ha la possibilità di una gestione d’archivio, quindi è sostanzialmente un piccolo pc portatile. IPhone non prevede questa funzione.

In sostanza la scelta dipende da come si usa il telefono. Se si utilizza il telefono anche per lavorare e per gestire attività, allora meglio optare per la libertà di un Android. Se si vuole un telefono di pregio, semplice e sicuro da utilizzare, meglio un IPhone. Prima di fare una scelta fra i prodotti è sempre comunque bene leggere una recensione di tutte le caratteristiche.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21