San Venanzo, il sindaco Marinelli difende la nuova legge sulle vaccinazioni

NewTuscia – SAN VENANZO – “Dico chiaramente e pubblicamente che come sindaco non aderirò alle richieste provenienti da numerose famiglie di schierarmi contro la nuova legge sui vaccini”. A dirlo è il sindaco, Marsilio Marinelli che in una nota spiega la propria posizione in merito alla nuova legge che rende obbligatorie le vaccinazioni. “E’ una legge “giusta” – spiega infatti Marinelli – che va nella direzione di una maggiore prevenzione a garanzia e tutela proprio della salute dei nostri bambini e adolescenti.

sanvenanzoDa qualche giorno – rivela il sindaco – stanno arrivando alla mia casella di posta istituzionale come, credo, in quella di molti altri sindaci, decine di mail spedite da cittadini e genitori che reclamando la propria libertà di scelta, contestano la recente legge n. 119 del 31.7.2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione dei farmaci” ed invitano ad emanare un’apposita ordinanza sindacale per sospendere tale legge ed ottemperare al dovere di “prevenire e scongiurare la drammatica emergenza sociale e sanitaria che renderebbe l’Italia un enorme campo sperimentale sulla pelle dei bambini e degli adolescenti”.