NewTuscia – VITERBO – Un sovraffollamento di 1.015  detenuti considerato che n. 6.250  risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 31  luglio 2017, rispetto ad una capienza regolamentare di  detenuti prevista di n. 5.235

Il carcere di Mammagialla a Viterbo

Il carcere di Mammagialla a Viterbo

.

Preoccupa il sovraffollamento negli istituti di:

Viterbo (+179) ; CC Cassino  (+97); CC Frosinone (+57); CC Latina (+ 63), NC Civitavecchia (+87); CCF Rebibbia ( +80); NC Rebibbia ( + 248); CC Regina Coeli (+290); Velletri (+164); NC Rieti( +90).

Allarmante risulta quello  riferito al carcere di Latina ( dove più alto è il sovraffollamento in una tabella a livello nazionale si  trova tra i 20 istituti  più affollati), Cassino, Regina Coeli , Viterbo  e Velletri .

Nelle tabelle i dati  inerente  Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari; Detenuti presenti per posizione giuridica; Detenute madri con figli al seguito presenti

 

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari
Situazione al 31 luglio 2017
Regione
di
detenzione
Sigla
Provincia
IstitutoTipo istitutoCapienza
Regolamentare
(*)
Detenuti presentidi cui
stranieri
totaledonne
LAZIOFRCASSINO –CC203300141
LAZIOFRFROSINONE “GIUSEPPE PAGLIEI”CC510567162
LAZIOFRPALIANO –CR13677411
LAZIOLTLATINA –CC781412937
LAZIORIRIETI “N.C.”CC295385237
LAZIORMCIVITAVECCHIA “GIUSEPPE PASSERINI”CR1448627
LAZIORMCIVITAVECCHIA “N.C.”CC34443127262
LAZIORMROMA “GERMANA STEFANINI” REBIBBIA FEMMINILECCF269349349169
LAZIORMROMA “RAFFAELE CINOTTI” REBIBBIA N.C.1CC1.1721.420499
LAZIORMROMA “REBIBBIA TERZA CASA”CC172716
LAZIORMROMA “REBIBBIA”CR44732564
LAZIORMROMA “REGINA COELI”CC622912477
LAZIORMVELLETRI –CC411575233
LAZIOVTVITERBO “N.C.”CC432611 356

 

 

Detenuti presenti e capienza regolamentare degli istituti penitenziari per regione di detenzione
Situazione al 31 luglio 2017
Regione
di
detenzione
Numero
Istituti
Capienza
Regolamentare
(*)
Detenuti
Presenti
di cui
Stranieri
Detenuti presenti
in semilibertà (**)
TotaleDonneTotaleStranieri
LAZIO145.2356.2504092.681592
Totale nazionale19050.20256.7662.40519.37384582

 

 

Detenute madri con figli al seguito presenti negli istituti penitenziari italiani distinte per nazionalità
Situazione al 31 luglio 2017
Regione
di
detenzione
Istituto
di
detenzione
ItalianeStraniereTotale
PresentiFigli al seguitoPresentiFigli al seguitoPresentiFigli al seguito
LAZIOROMA”GERMANA STEFANINI” REBIBBIA FEMMINILE – CCF5612121718

 

Sino ad oggi dobbiamo segnalare altresì:

4 Evasi * :

  • 2 detenuti albanesi ( 30/07/2017 NC CC Civitavecchia) di cui uno già preso.
  • 2  detenuti Alta sicurezza ( un italiano ed un albanese) (20/03/2017 CC Frosinone) –presi

 

4 Tentativi evasione *:

1 detenuto di 40 anni , rumeno , fine pena 2020 ( 06/01/2017 NC Rebibbia);

1 detenuto tenta evasione dall’ospedale di Civitavecchia (30/01/2017  ).

1 un detenuto italiano ha tentato di evadere durante i passeggi ( 10/05/2017  CC Velletri )

1 una detenuta ventenne di origini marocchine durante i passeggi ( 27/06/2017 CCF Rebibbia)

5 Suicidi *:

1 detenuto 19enne del Bangladesh ( CC Velletri 07/01/2017)

1 detenuto italiano di 22 anni  si è impiccato ( 25/02/2017 CC Regina Coeli)

1 detenuto bosniaco, di anni 30( 25/03/2017 CC Regina Coeli)

1 detenuto Marco Prato si è  suicidato ( 20/06/2017 carcere di Velletri)

1 un detenuto , rumeno, 46 anni ( 28/07/2017 NC Rebibbia)

Altre cause:

Mentre un detenuto italiano , di circa anni 80 è  morto in ospedale in data  23/04/2017  (proveninte dalla CC Regina Coeli )

Aggressioni   Personale PP *:

  • 1 Detenuto di nazionalità albanese, ripetutamente colpiva l’agente. 8 giorni prognosi (12/07/2017 CC Viterbo )
  • 1 Detenuto ferisce altro detenuto e  anche il comandante ed altro personale  intervenuto ( CC Regina Coeli ( 12/07/2017 CC Regina Coeli) ;
  • 1  detenuto italiano, di anni 24, per futili motivi colpisce  con una stampella l’addetto alla seconda sezione  A ( 29/06/2017 carcere di Velletri ).
  • 1 detenuto straniero Violenta aggressione a PP  carcere di Frosinone( 23/06/2017)  ,
  • 1 detenuta aggredisce 2 unità PP ( CCF Rebibbia 09/05/2017);
  • 1 detenuto di nazionalità italiana prossimo al fine pena mentre accedeva ai passeggi ha aggredito due agenti, ( 14/06/2017 carcere viterbese di Mammagialla)  prognosi di sette e trenta giorni
  • 1 detenuta  appartenente categoria AS ha aggredito ( 07/04/2017 carcere di Latina, sezione femminile )   una ispettrice ed una assistente capo della poliziapenitenziaria-
  • 1 detenuto in italiano 28/01/2017 CC regina Coeli
  • un detenuto straniero, 18 anni,  ha aggredito un assistente di polizia penitenziaria presso l’IPM Casa del Marmo -Roma.( 12/01/2017)

Per la Fns Cisl Lazio occorrono interventi  mirati affinché diminuisca il sovraffollamento nelle carceri  e allo stesso tempo   si provveda a mettere in sicurezza gli Istituti,  dove, seppur carente risulta il personale di polizia penitenziaria  quotidianamente ed in silenzio salva tante  vite da suicidi ed altri eventi critici, potenziando, ove necessario,   sistemi di allarme ed  adeguare alle esigenze reali le dotazioni organiche del personale di polizia penitenziaria.
La Fns Cisl Lazio ha evidenziato la situazione in cui versa il reparto G9 c/o l’Istituto NC Rebibbia di Roma , noto alla cronaca per l’evasione avvenuta in detto reparto, e verificato come detto luogo di lavoro necessita di urgenti interventi, pavimenti rotti e quant’altro, tutto sembra al di fuori che un posto dove poterci lavorare, condizioni che il personale di Polizia Penitenziaria certo non può sopportare e dall’altro lato vi è anche una condizione disumana per i detenuti .

Per la Fns Cisl Lazio occorre, altresì’ , rivedere la vigilanza dinamica all’interno degli istituti, semmai  bloccarla nei casi di eventi critici causati da parte dei detenuti,  poiché troppe sono le aggressioni nei confronti del personale di polizia penitenziaria  .

 

*dati Fns Cisl Lazio

 

                                                                                                             Il Segretario Generale Aggiunto

                                                                                                                                  Massimo COSTANTINO