Ponte Felcino, intitolata strada al sindacalista Roberto Pomini

NewTuscia – PONTE FELCINO – Si è tenuta, questa mattina, a Ponta Felcino la cerimonia di intitolazione a Roberto Pomini della strada tra Via del Boccio e Via Euridice, alla presenza del Sindaco Romizi, dell’Assessore Wagué, del Segretario regionale della Cisl Ulderico Sbarra, delle figlie dello stesso Pomini e di molti  appartenenti al sindacato.

Pomini, infatti, è stato il primo segretario regionale della Cisl Umbria, alla fine degli anni ’60, con il quale -è stato ricordato- ha fatto molte lotte per i diritti dei lavoratori, diventando un simbolo della Cisl locale e un riferimento per la città. “E’ questo -come ha sottolineato l’Assessore Wagué in apertura della cerimonia- uno dei motivi per cui la commissione toponomastica ha accolto la proposta del sindacato all’intitolazione.

“Non a caso abbiamo scelto una strada di Ponte Felcino -ha spiegato lo stesso Sbarra- un’area industriale in cui sono state fatte molte battaglie sindacali. Quando Roberto Pomini arrivò a Perugia -ha ricordato ancora il Segretario regionale- si credeva in valori fondamentali, che il sindacato oggi ha ancora il compito di riaffermare.”

La figura di Pomini è stata ricordata questa mattina da molti rappresentanti della Cisl Umbria, che hanno avuto l’opportunità di lavorare al suo fianco, e dalle figlie, che hanno raccontato la passione, la convinzione e l’umanità del padre nell’affermazione dei diritti dei lavoratori.

“La vostra presenza qui -ha concluso il Sindaco, rivolto ai presenti- testimonia il forte attaccamento a Roberto Pomini. Sicuramente non basta un’intitolazione, ma è un piccolo gesto utile a recuperare la memoria di un personaggio che ha contribuito a scrivere la storia della città. Dalle vostre testimonianze affettuose si capisce quanto egli sia stato “maestro” per ognuno di voi -ha proseguito Romizi- ancor più importante in questi tempi, in cui trovare punti di riferimento sembra essere più difficile, un esempio di coerenza e di convinzione nella tutela dei lavoratori e delle lavoratrici.” 

Perugia, lasciati ricordare! Gli studenti internazionali fotografano Perugia/la mostra dal 7 al 16 luglio alla ex chieda della misericordia

Sarà inaugurata questo pomeriggio (venerdì 7 luglio) alle 18 la mostra fotografica “Perugia lasciati ricordare!”, realizzata dall’Area Relazioni Internazionali dell’Ateneo perugino, in collaborazione con il Comune di Perugia.

Le immagini esposte sono state scattate da studenti Incoming A.A. 2016/2017 della stessa Università. Vincitrice di questa terza edizione della rassegna è la tedesca Sophie Gehrke, autrice della foto intitolata “Perugia…. migliore a piedi. Seconda classificata, la spagnola, Carmen Mateo Delgado, con la foto Mi sono divertita come una bambina, mentre terza è un’altra spagnola, Elena Ruiz Fernandez, autrice di un bel bianco e nero “Un anno di variazioni.

Ospitata presso la ex Chiesa della Misericordia in Via Oberdan, la rassegna resterà aperta fino a domenica 16 luglio dalle 17,00 alle 19,30 ad ingresso libero.

Info: tel. 075 5852024 – area.relint@unipg.it – www.unipg.it

Le foto all’indirizzo: http://bacheca.unipg.it/vita-accademica/2032-mostra-fotografica-perugia-lasciati-ricordare.

PERUGIA E UFFICIALMENTE MEMBRO DELLASSOCIAZIONE EUROPEA DELLE STRADE DEI TEMPLARI

E’ stata ufficializzata questa mattina l’adesione del Comune di Perugia alla “Templars Route European Federation” (TREF), che riunisce territori degli stati membri del Consiglio d’Europa in cui sono presenti monumenti e testimonianze templari.

Nel corso dell’assemblea dell’associazione, che si è tenuta a Tomar, in Portogallo, è stata formalmente approvato l’ingresso di Perugia, alla presenza -in collegamento Skype da Perugia- dell’Assessore alla Cultura del Comune di Perugia Teresa Severini e del consigliere Francesco Vignaioli, che ha seguito il progetto.

“Perugia è la prima città italiana -ha ricordato con soddisfazione l’assessore Severini- ad entrare nella Strada dei Templari, un grande risultato per la città che così diventa punto di riferimento nazionale per l’approfondimento, la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio templare nazionale.

Dopo la visita di alcuni rappresentanti dell’associazione europea a Perugia lo scorso mese di marzo, si aggiunge oggi un’altra tappa al percorso che porterà San Bevignate ad essere una delle mete del Cammino Europeo dei Templari, riunendo peraltro, intorno a sé, anche altri luoghi -perugini, umbri e di altre regioni italiane- legati all’ordine cavalleresco medievale.

“E’ un’importante occasione di internazionalizzazione di Perugia e della sua storia –ha proseguito l’Assessore Severini- legata peraltro ad un turismo culturale qualificato. L’adesione all’associazione ci permetterà di avere scambi concreti e continui con altre realtà europee, di valorizzare la storia e il patrimonio templare della nostra città e della regione , ma non solo, attraverso incontri, convegni, pubblicazioni, manifestazioni, mostre e di poter stringere relazioni importanti con le università, le istituzioni culturali e le associazioni storiche europee.”

La prossima tappa sarà quindi la presentazione del progetto del Cammino dei Templari al Consiglio d’Europa, quale itinerario culturale europeo.