NewTuscia – ROMA – antonello-aurigemma“Avevamo ragione quando due anni fa sottolineavamo il fatto che la holding area dell’Umberto I fosse stata inaugurata dal presidente della regione, anche se nell’immediato rimase chiusa. Oggi, abbiamo affrontato nuovamente l’argomento in aula durante il questione time, e abbiamo avuto conferma che in tale unità verranno trasferiti due reparti del settimo padiglione, per il piano di accorpamento ferie estive. Quindi, in sostanza la holding area sarà occupata da reparti di degenza, non svolgendo più il ruolo per cui era stata istituita. La risposta, poi, dell’assessore Buschini è stata ancor più deludente, poiché cercava di giustificare la bontà di questo trasferimento. Ma non se ne comprendono le ragioni perché trasferendo due reparti, si snatura la funzione della holding area, che in teoria serve per ospitare i pazienti (fino alle 18) che dal Dea attendono di essere trasferiti nei reparti di destinazione. Questa scelta è stata giustificata dall’assessore per ragioni di ottimizzazione del personale infermieristico. Anche questo è un controsenso, visto che gli infermieri del settimo padiglione prima avrebbero fatto i turni su sedici posti letto, ora nei locali della holding area i letti sono 21. Quindi, qual è la tanto sbandierata ottimizzazione, visto che agli infermieri viene dato un carico di lavoro maggiore? Inoltre, sempre nella holding area mancherebbero le stanze di riposo per i medici. Quindi, questa decisione risulta assolutamente incomprensibile. Noi continueremo a chiedere chiarimenti su queste decisioni, visto che sono stati spesi soldi per un reparto, che poi viene utilizzato per ospitare altre unità. Tutto ciò è davvero inconcepibile. Siamo fortemente preoccupati per il fatto che l’attuale amministrazione regionale non conosca il funzionamento della macchina sanitaria, che dovrebbe amministrare e controllare. E quella di oggi ne è soltanto l’ennesima riprova”

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione Salute Antonello Aurigemma