“Grest 2017” alla Parrocchia Santuario Santa Maria della Quercia: “credi in te stesso e diventa ciò che vuoi”!

NewTuscia – VITERBO – Zootropolis è una città che assomiglia solo a se stessa, progettata e abitata da animali, che però indossano abiti umani, camminano in posizione eretta, navigano sugli smarthphone, comunicano via Skype e scaricano applicazioni per costruirsi identità virtuali.

Grest 2017

Come in ogni film firmato Disney, numerosi sono i messaggi e gli stimoli per i bambini di oggi e di ieri…per questo lo abbiamo scelto come tema del Grest della nostra Parrocchia, che è iniziato lunedì 12 giugno e terminerà con il consueto bellissimo spettacolo serale sul sagrato della Basilica venerdì 30 giugno. 400 bambini, 200 animatori, e poi catechiste, tecnici, operatori per tre settimane di gioco, riflessione, ma soprattutto condivisione.

Il Grest è infatti una piccola grande scuola di vita, che insegna a stare insieme, a condividere esperienze e quotidianità. Come in Zootropolis, dove tutti vivono insieme serenamente, a prescindere dalla razza a cui appartengono, dal gigantesco elefante al minuscolo toporagno, anche in questa oasi verde ai piedi della Palanzana, a 2 km dalle mura del centro storico, i ragazzi sperimentano lo stare insieme, il fare squadra, il confrontarsi, senza paura della diversità…perché nella vita si può indossare casacche diverse, come le magliette di diversi colori date a tutti i bambini, rimanendo amici.
Judy Hopps, la coniglietta protagonista di Zootropolis, coltiva il suo sogno d’infanzia di diventare un ufficiale di polizia nella sua grande città. Malgrado abbia frequentato con grandi risultati l’accademia di polizia, Judy è però relegata al ruolo di ausiliario del traffico da parte di Capitan Bogo, un capo bufalo, che dubita del suo potenziale a causa delle sue dimensioni.
Con impegno lealtà e autodeterminazione, Judy potrà arrivare in alto a dispetto del giudizio altrui e anche della propria limitata dotazione di base: “credi in te stesso e diventa ciò che vuoi” è infatti il motto di questa bella avventura, uno dei grest più partecipati della nostra provincia.
E non è nemmeno necessario rinunciare alla propria natura e soffocare il proprio istinto per sacrificarli all’ordine sociale e per uniformarsi alla massa.
Se i luoghi diventano vivi solo se fruiti  vissuti e condivisi, il grest, insieme a tutte le altre attività parrocchiali, culturali e sociali realizzate in Basilica, è una bellissima occasione in tal senso, soprattutto in questo anno che ci stiamo preparando a vivere…
Un anno speciale, con il VI Centenario della Sacra Immagine della Madonna della Quercia ed il GIubileo Straordinario concesso da Papa Francesco per questa occasione altrettanto straordinaria!