Giulio Marini (Fi) attacca Michelini: “Comportamento antidemocratico su inaugurazione Unione e consiglio straordinario impianti sportivi”

giulio marini2
Giulio Marini

NewTuscia – VITERBO – Giulio Marini proprio non ci sta. “Ciò che abbiamo visto in questi ultimi giorni – dice – rappresenta l’essenza di ciò che ci ha ormai abituati ad assistere questa maggioranza. L’inaugurazione per pochi intimi del teatro dell’Unione, salvo poi farne un’altra i primi di luglio, nasconde o l’approssimazione del modo di gestire tali eventi o qualcos’altro di cui siamo all’oscuro”.

Marini è quasi sconsolato nel dovere, ancora una volta, intervenire su fatti che, secondo lui, non rappresentano una gestione democratica della cosa pubblica. “Un fatto come la restituzione dell’Unione ai viterbesi – continua Marini – è un evento importante dopo sei anni di clausura. E doveva essere gestito e preparato in modo di coinvolgere pienamente la cittadinanza. Ciò, invece, non è stato fatto”.

Quindi la parentesi consiglio comunale sugli impianti sportivi richiesto dalla minoranza. “Il fatto incredibile – spiega Giulio Marini – è che dopo la nostra richiesta del consiglio straordinario e la convocazione da parte della maggioranza, abbiamo assistito alla diserzione di massa da parte di tutta la maggioranza. Un fatto antidemocratico ed incredibile, che lede i diritti-doveri degli amministratori di governare e partecipare alle sedute pubbliche, per di più convocate legittimamente”.

Ora si andrà avanti per un altro anno nella speranza che fatti prioritari per la città come l’asfaltatura delle strade, la sicurezza, Pratogiardino e l’emergenza rifiuti trovino un minimo di risoluzione. Ma chi ci crede?

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21