Gubbio, approvate le graduatorie per i servizi comunali d’infanzia

cittá_di_Gubbio_NewTuscia – GUBBIO – Sono state approvate  nei giorni scorsi le graduatorie di ammissione ai servizi comunali Nido, Sezione Primavera, Centro bambine/e del Comune di Gubbio, pubblicate all’albo pretorio e sul sito web www.comune.gubbio.pg.it.  Sono pervenute dal 7 aprile fino al 31 maggio 125 domande delle quali  114  sono risultate in regola ai fini della formulazione delle graduatorie e si riferiscono agli inserimenti che verranno effettuati nei vari servizi  comunali a partire dal mese di settembre prossimo.

« Il Comune di Gubbio  – ricorda la vice sindaco Rita Cecchetti – dispone di 4 nidi d’infanzia comunali, una sezione primavera, un centro bambine/i, un centro bambini e famiglie.  Pur con gravi difficoltà di bilancio, ci siamo impegnati a mantere alto il livello dei servizi educativi per l’infanzia, che consideriamo un investimento di civiltà e di formazione per le future generazioni e un supporto fondamentale per le famiglie ».

ASSESSORE DAMIANI: TANTE OPPORTUNITÀ NEL TERRITORIO A FAVORE DELLA COLLETTIVITÀ CON IL ‘SERVIZIO CIVILE NAZIONALE’

C’è tempo fino alle ore 14 del 26 giugno per i giovani interessati a fare domanda di partecipazione  per  il ‘Bando di Servizio Civile Nazionale’, su un’apposita  modulistica che può essere scaricata dal sito internet dell’Informagiovani di Gubbio.  Martedì 20 giugno, dalle 16 alle 17, si terrà un incontro all’Informagiovani per illustrare il progetto “Insieme senza confini” e rispondere a tutte le richieste di chiarimento.

«  Sono molte le opportunità che il territorio offre con il ‘Bando di Servizio Civile Nazionale’  – lo ricorda l’assessore Gabriele Damiani –  con  oltre 50 posti per giovani volontari di età compresa tra 18 e 29 anni non compiuti  a Gubbio, Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Costacciaro e Scheggia e Pascelupo, in progetti proposti da enti pubblici e da enti privati ‘no profit’ nei settori dell’assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale. Il Servizio Civile Nazionale  è stato istituito nel 2001 per coinvolgere le giovani generazioni nella difesa della Patria con mezzi non armati e non violenti, mediante servizi di utilità sociale tesi a costituire e rafforzare i legami che sostanziano e mantengono coesa la società civile. Il Servizio Civile Nazionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’ utilità sociale nei servizi resi,  anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Rappresenta infatti un importante strumento per accrescere le proprie competenze spendibili poi nel mondo del lavoro.

Il  Comune di Gubbio in rete con Gualdo Tadino, Fossato di Vico, Costacciaro, con l’Istituto Cassata –  Gattapone e per la prima volta con i Comuni  di Fossato di Vico, Costacciaro e Scheggia e Pascelupo,  propone il progetto denominato “Insieme senza confini” nel settore dell’ Educazione e promozione culturale con interventi di animazione del territorio, per l’impiego di 21 volontari.

A Gubbio 9 volontari andranno ad operare all’Informagiovani/Centro giovani, all’Ufficio di Cittadinanza/Ufficio di Piano, alla Biblioteca comunale “Sperelliana”, ai Servizi socio – educativi, all’Ufficio Cultura/Turismo; 4 volontari saranno destinati a Gualdo Tadino, 2 per ciascuna sede di Costacciaro, Fossato di Vico e Scheggia e 2 al Cassata – Gattapone.  Saranno impegnati per 12 mesi, per 1.400 ore di servizio (circa 30 ore settimanali su 5 giorni) e riceveranno un compenso di 433,80 euro mensili.  Oltre al Comune, a Gubbio ci sono altri enti che hanno presentato progetti: l’associazione ‘Gubbio Soccorso’, il Maggio Eugubino, la Casa Riposo Mosca, la Lega Cooperative e Mutue per ASAD cooperativa sociale e i servizi socio – sanitari che gestisce, il Servizio di patronato INAC della Confederazione Italiana Agricoltori ».  L’Informagiovani fornisce informazioni sui diversi progetti e sulle modalità di compilazione della domanda; l’Ufficio è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì, dalle 9 alle 12 e martedì e giovedì anche dalle 15  alle 18, tel. 075 9237502 – 530, mail  progettogiovani@comune.gubbio.pg.it .

NOMI DI PRIMO PIANO DI GIORNALISTI E AUTORI LETTERARI ‘PER’ GUBBIO NEL ‘VIAGGIALIBRO’  2017

Al via la quarta edizione de ‘IL VIAGGIALIBRO – FESTIVAL DEL LIBRO DI VIAGGIO’  che si svolgerà dal 22 al 25 giugno a Gubbio,  con una importante anteprima sabato 17 giugno: scrittori, giornalisti, fotoreporter, disegnatori e due testimonial d’eccezione nella tre giorni eugubina, patrocinata tra gli altri, oltre che da Comune di Gubbio e Regione Umbria, anche da Touring Club Italia, Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e Fai, dedicata quest’anno al tema delle “Corrispondenze”: Simona Sparaco, Valentina Farinaccio, Erica Mou, Caterina Soffici, Franco Cordelli, Silvia Calamandrei, Andreina De Tomassi, Roberto Ippolito, Giuseppe Di Piazza, ospiti speciali Marc Mességué e Nico Malingri.

L’evento,  che si configura come un vero festival arricchito anche  da musica , è stato presentato questa mattina a Perugia presso la Sala Fiume della Regione e sono intervenuti, per l’amministrazione di Gubbio, gli assessori Augusto Ancillotti e Nello Fiorucci, l’imprenditore Fernando Sebastiani, la giornalista Anna Buoninsegni; mentre per l’associaizone ‘Officina delle scriture e dei linguaggi’ la presidente Francesca Silvestri  ha illustrato i contenuti del ricco programma.   Dal 22 al 25 giugno, ogni sera alle 18, nella splendida cornice della Biblioteca Sperelliana nel cuore della città, si alterneranno incontri gratuiti con scrittori e giornalisti, musica nel chiostro (dove si esibirà anche la giovane cantautrice Erica Mou giovedì ore 19,30), passeggiate letterarie. Durante il giorno disegnatori si muoveranno per le vie del centro storico con Claudio Ferracci e Francesco Gaggia della Biblioteca delle Nuvole di Perugia.  Vera novità del festival, promosso dall’associazione Officina delle Scritture e dei Linguaggi di Perugia, il lascito ovvero la “traccia” del passaggio degli ospiti: ognuno di loro infatti, partecipando al festival, si impegna a scrivere un racconto breve o un reportage ispirandosi alle storie e ai personaggi del territorio.

I materiali realizzati lo scorso anno da scrittori e disegnatori, da Romana Petri a Paolo Di Paolo, a Fabio Sironi  per citarne alcuni, sono stati raccolti in un libro dal titolo “I luoghi invisibili” che sarà presentato sabato 17 giugno, ore 17,30 presso la Sala degli Stemmi della residenza municipale di Gubbio,  durante la giornata di anteprima che vedrà anche l’inaugurazione della Mostra fotografica ‘CORRISPONDENZE’,  a cura di Claudia Ioan e Massimiliano Tuveri (aperta dal 17 giugno al 16 luglio) nella Sala dell’Arengo del Palazzo dei Consoli (fotografie di Giulio Brega, Leonardo Brogioni, Giuseppe Di Piazza, Claudia Ioan, Karl Mancini, Massimiliano Tuveri).  Una importante Masterclass in fotogiornalismo con Karl Mancini, dal 24 al 25 giugno sempre presso la Biblioteca Sperelliana, completa il quadro di questa manifestazione, al suo quarto anno di vita (il secondo a Gubbio) , che coniuga cultura e turismo, due aspetti importantissimi su cui si basa l’economia della regione, e di Gubbio in particolare, ancora rallentata dagli effetti mediatici negativi del post terremoto.

PRESENTAZIONE ‘APP LETTERARIO’ A CURA DELL’ISTITUTO ‘CASSATA – GATTAPONE’ NELL’AMBITO DE ‘IL VIAGGIALIBRO’

L’idea l’aveva lanciata il sindaco Filippo Mario Stirati nel corso del ‘Viaggialibro’ dello scorso anno: fare di  Gubbio un parco letterario diffuso, valorizzando le tante testimonianze di scrittori e viaggiatori che hanno ammirato nel tempo la città e le sue bellezze. E la sfida è stata raccolta dagli studenti dell’Istituto ‘Cassata – Gattapone che, sotto la guida del professor Sergio Tardetti, si sono messi al lavoro e hanno elaborato un prototipo di APP  ‘PARCO LETTERARIO DIFFUSO’, che sfruttando le moderne tecnologie ormai in uso orienti il visitatore nel cammino di versi e parole dedicate a Gubbio.

La presentazione avverrà SABATO 17 GIUGNO alle ORE 11 presso la ‘SALA MORENA’ della Biblioteca Sperelliana, come anteprima della edizione 2017 de ‘IL VIAGGIALIBRO’,  che anche quest’anno vedrà nomi di primo piano del giornalismo e del mondo letterario raccontare stroie, emozioni, impressioni, testimoni contemporanei a futura memoria.  Interverrano, tra gli altri,  il sindaco Filippo Mario Stirati, Sergio Tardetti, Anna Buoninsegni, e i due studenti che hanno elaborato l’APP,  Agnese Biraschi e Jorgo Papa.

PRESENTAZIONE DEL  LIBRO ‘I LUOGHI INVISIBILI’ DEDICATO A GUBBIO CON TESTI, DISEGNI E FOTO

Si terrà sabato  17 giugno alle ore 17,30 presso la Sala degli Stemmi in piazza Grande la presentazione del libro  ‘I LUOGHI INVISIBILI’  –  Il Viaggialibro 2016  (ali&no editrice).   Intervengono il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, Fernando Barbetti, Anna Buoninsegni, Donato Loscalzo, Francesca Silvestri e alcuni scrittori e artisti che hanno donato le loro opere alla città di Gubbio e raccolte nel libro.

L’opera editoriale è il primo dei ‘quaderni’ pubblicato nell’ambito del festival ‘Il Viaggialibro’ ed è stato sostenuto dalla sensibilità dell’imprenditore Fernando Barbetti di ‘Inveco Holding’, che  crede  fortemente nel messaggio promozionale di qualità legato al territorio.

TORNANO I CORSI DEL ‘GUBBIO SUMMER FESTIVAL’. LA CITTÀ DEI CERI SEMPRE PIÙ CAPITALE DELLA FORMAZIONE MUSICALE D’ECCELLENZA

La 28^ edizione della manifestazione è in programma dal 23 luglio al 2 agosto con concerti, seminari e laboratori nei luoghi più suggestivi della città e c’è tempo fino al 4 luglio per iscriversi alle 34 masterclass promosse quest’anno dalla manifestazione eugubina diretta dalla violinista Katia Ghigi.  Ci sono già le prime classi al completo – quelle di Maria Siracusa, flauto, e Marco Fiorini, violino – e tutto fa presupporre che anche quest’anno le masterclass confermeranno il sold out delle precedenti edizioni. C’è tempo fino al 4 luglio per iscriversi ai corsi promossi dal Gubbio Summer Festival 2017, kermesse che da 28 anni fa incontrare a Gubbio il meglio del concertismo internazionale – con esibizioni nei luoghi più suggestivi della città – e la formazione di giovani talentuosi musicisti, grazie a una formula che unisce grandi concerti, seminari, lezioni e laboratori con docenti di chiara fama. Il Festival, che tornerà quest’anno dal 23 luglio al 2 agosto, verrà presentato ufficialmente dal direttore artistico Katia Ghigi nelle prossime settimane, e nel frattempo sta proseguendo la raccolta di adesioni per i 34 corsi formativi di perfezionamento, masterclass classiche e moderne con docenti del calibro di Felice Cusano, Mike Applebaum e Gabriele Mirabassi, solo per citarne qualcuno.

Le adesioni dei giovani studenti stanno arrivando dall’Italia e dall’estero, come ormai da tradizione, segno del successo della formula del festival eugubino, che per dieci giorni accoglie ogni anno allievi (con relative famiglie) da tutto il mondo, e si conferma come polo formativo d’eccellenza. Qualità e tradizione si fondono così con la sperimentazione, e insieme alla produzione e alla diffusione della musica – con i concerti dei docenti e dei migliori allievi in luoghi del centro storico di particolare bellezza e suggestione – rappresenteranno anche quest’anno gli elementi di spicco della manifestazione. Per maggiori informazioni: www.gubbiosummerfestival.it.  Ufficio stampa Gubbio Summer Festival  –  Filippo Costantini  –  Mg2 comunicazione – studio associato, tel 075 33390 – 328 4675591

‘TANGO SOTTO LE STELLE’ IN PIAZZA S. GIOVANNI 

Appuntamento domenica 18 giugno con ‘TANGO SOTTO LE STELLE’ – cena argentina con asado e milonga, evento  promosso dall’ associazione “Gubbio Tango – Zerocento ASD”,  che  festeggia la fine dei corsi con una serata speciale  in Piazza San Giovanni. Il programma prevede:   alle 20 –  cena argentina con empanadas, asado, alfajores e altre prelibatezze della cucina della pampa, preparate da professionisti asadores argentini (su prenotazione al 339 3615056 per  tesserati Zerocento ASD e FAI Tango);  dalle  21 a mezzanotte, ballo  milonga  con i tangueri umbri e delle regioni vicine,   sulle splendide note del tango argentino tradizionale, in un’ambientazione  di grande suggestione. DJ Mara Rita Paola Spogli.  Per info: Associazione Zerocento Gubbio (Simone  Domizioli 385 312139 – Paola Murgia 339 3615056).

INIZIATIVA DELLA ‘CARITAS’ DIOCESANA: ‘DON MILANI E DON MAZZOLARI, GLI ULTIMI COME PROFEZIA’

In occasione della ricorrenza del 50° anniversario della morte di don Lorenzo Milani,  che ci sarà il  prossimo 26 giugno, la ‘Caritas’ diocesana organizza martedì 20 giugno una serata speciale  dedicata a don Milani e don Mazzolari, in comunione con Papa Francesco,  che qual giorno si recherà a pregare sulle tombe dei due religiosi:    a Barbiana,  frazione di Vicchio del Mugello nella quale don Lorenzo arrivò nel 1954 e dove rimase fino alla morte, avvenuta a soli 44 anni,  e a Bozzolo (Mantova) sulla tomba di don Primo Mazzolari.   Papa Francesco, in un  video messaggio inviato lo scorso 23 aprile all’incontro di presentazione dell’opera omnia di don Milani, ha avuto per lui  parole bellissime e intense, che colgono il cuore della sua missione profetica di prete ed educatore. “La sua inquietudine – dice il  Papa – non era frutto di ribellione ma di amore e di tenerezza per i suoi ragazzi, per quello che era il suo gregge, per il quale soffriva e combatteva, per donargli la dignità che, talvolta, veniva negata. La sua era un’inquietudine spirituale, alimentata dall’amore per Cristo, per il Vangelo, per la Chiesa, per la società e per la scuola che sognava sempre più come ‘un ospedale da campo’ per soccorrere i feriti, per recuperare gli emarginati e gli scartati”.

Lo scorso 12 aprile il cardinale  Gualtiero Bassetti, ora presidente  dei vescovi italiani, in occasione del 58° anniversario della morte di don Mazzolari, ne ha parlato come “profeta, testimone e pastore di anime, amico della povera gente”, figura fondamentale per la sua formazione di prete. Ha ricordato anche una frase di don Primo emblematica del suo stile di relazione con i poveri: “Il cristiano non dovrebbe contarli i poveri, ma abbracciarli”. Questo il programma:  – ore 19, Chiesa di S. Maria al Corso, incontro con lo storico Marco Jacoviello al quale seguirà un aperitivo;  – ore 21, cinema Astra,  visione del film “Don Milani, il priore di Barbiana” introdotta da don Angelo Maria Fanucci (ingresso gratuito).