Concerto di Venditti, Menicacci: “Lavoro di popolo oltre ogni critica”

NewTuscia – SORIANO NEL CIMINO – Lo splendido evento é passato, le luci del palco sono state spente, anzi il grande palco e’ stato smontato e tutto o quasi e’ tornato alla normalità . Ho avuto modo di fare i ringraziamenti istituzionali ma credo che non bastano. Non bastano perché a volte e’ preferibile parlare anche in maniera non istituzionale.
concerto venditti a soriano2
La maggior parte dei sorianesi forse avrà dimenticato la festa in onore di Sant’Eutizio Martire (nostro copatrono ma festeggiato sempre come patrono ) che si è svolta nel 2011.

Bellissima la processione (onore ai facchini) ma la maggior parte dei sorianesi lamentava che non c’era stata festa: pochi fuochi e poco tutto. Ricordo ancora alla fine della mia prima processione da sindaco ( dopo ne ho fatte tante qualcuno come al solito dirà troppe ma se non ci sei la critica sarebbe che avresti dovuto esserci) la chiacchierata con l’allora comitato in carica nella persona di Angelo Ciavaglia e con Debora Zoco.

La determinazione fu la stessa per tutti ed anche la voglia: la festa di Sant’Eutizio doveva tornare ad essere una festa, certamente religiosa, ma anche di piazza, di popolo e soprattutto partecipata . Il Santo ed il Paese meritavano e meritano di più. Angelo Ciavaglia ha cominciato a lavorare seriamente e con grande entusiasmo e l’idea di affiancare al Comitato “la classe” si è dimostrata efficiente . Grazie alle classi 1972,1973,1974, 1975 e 1976 hanno fatto un gran lavoro ma senza di loro non saremmo giunti ad oggi. Grazie al loro attaccamento alla festa (ogni anno continuano ad aiutare e sfilano in processione).

Siamo giunti ad oggi ed al”concerto” di Antonello Venditti. Splendido evento, decantato da tanti sia sui social che in piazza. Ma quanto e’ stato criticato? Criticata la scelta del posto (era meglio alla Sanguetta, al campo sportivo, ecc.), ognuno ha voluto dire la sua. Come ognuno ha criticato la piazza , il non poter passare per un paio di giorni con l’auto in alcune strade del paese,