Quinto Mazzoni

Quinto Mazzoni, segretario circolo Pd Montalto di Castro e Pescia Romana

NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – Mi sembra assurdo che un Sindaco si permetta di fare dichiarazioni accusatorie contro le istituzioni, solo perché gli viene chiesto di rispettare le norme e le leggi vigenti, con la sua solita ilarità politica, che oramai lo contraddistingue.

Continua a raccontare frottole, per nascondere l’ennesimo ed imperdonabile errore, arrivando ad accusare, addirittura, Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, al quale, con carte e conti alla mano, dobbiamo solo porgere i nostri più sentiti ringraziamenti, per il lavoro che sta svolgendo, come Caci stesso più volte, tramite i media, ha fatto.

In questi giorni, si fa sentire la voce dell’ Agenzia Arsial, che invita al fermo dei lavori  sull’ennesima opera pubblica sbagliata di Caci, una rotatoria.

I terreni su cui è stata creata, infatti, erano un dono della stessa Agenzia e della Regione Lazio, che sono stati ceduti gratuitamente, nel 2014,  al Comune di Montalto e Pescia, da destinare all’edilizia popolare, nello specifico : sette ettari di terra a Pescia, per lo sviluppo del settore agroindustriale, l’occupazione giovanile e l’edilizia popolare.

Arsial, in questi ultimi giorni, in una lettera al Sindaco uscente, riferisce che il progetto della rotatoria “di fatto è suscettibile di pregiudicare la viabilità delle attività produttive agricole insistenti su un’area di proprietà di Arsial destinata a tale finalità” invitandolo a sospendere “ogni iniziativa relativa all’intervento modificatorio ….tanto più che non risulta essere definito il procedimento di trasferimento della proprietà dei beni Arsial al Comune”

In sintesi, il nostro Sindaco, Sergio Caci, non rispetta le regole. E che fa?

Invece di dare il buon esempio, essendo lui per primo un’istituzione, denigra le istituzioni stesse e gli altri partiti, in questo caso, il Partito Democratico.

In riferimento a quanto afferma, smentisco categoricamente, una volta per tutte, le sue dichiarazioni, poste a conclusione dell’articolo che ha pubblicato sui media:

Nessuno dei tuoi candidati alla carica di Consigliere Comunale appartiene al Partito Democratico, non è né uno dei 300 e passa tesserati né un simpatizzante del Partito Democratico, anche perché, in qualità di Segretario, le garantisco che i rappresentanti istituzionali del nostro partito, a cominciare dallo stesso Presidente della Regione Lazio, non guardano al colore politico, nell’interesse dei cittadini, come tante volte, lo stesso Zingaretti ha dimostrato, nel corso del suo mandato, sul nostro territorio.

Noi siamo persone serie, caro Sindaco, siamo quelli che vogliono portare sviluppo ed innovazione, sfruttando tutte le opportunità che il nostro paese ci offre, quello che lei promette dopo cinque anni di un mandato in cui non ha fatto niente per risollevarci.

Quinto Mazzoni
Segretario PD Montalto di Castro e Pescia Romana