VivaViterbo benedice le primarie

NewTuscia – VITERBO – rossi barelli de alexandrisRiscontriamo un certo fermento intorno al tema delle primarie per le prossime elezioni comunali di Viterbo proveniente da ambienti estranei al Partito Democratico, unico soggetto italiano fino ad oggi ad utilizzarle .
In quanto movimento civico siamo totalmente estranei a ogni logica o rito tipico dei partiti e abbiamo sempre guardato all’esercizio delle primarie da parte del Centro Sinistra come uno scontro tutto interno alla politica che metteva in campo “correnti ” (es Fioroniani contro Bersaniani ecc…)  e “truppe cammellate” piuttosto che coinvolgere i cittadini/elettori in una scelta democratica dei migliori candidati e del miglior programma da mettere in campo nella competizione elettorale.
E così riteniamo che sia ancora per quel che concerne il centro sinistra di Viterbo stretto nella morsa dei capi bastone, uno in particolare, e totalmente distante dai bisogni e dai sentimenti dei cittadini al punto tale che alle “loro” primarie non si confrontano mai diverse visioni della città ma sono solamente “prove di forze” fra ras nazionali e locali che nulla hanno a che vedere con i cittadini e le loro necessità.
Siamo certi che per sconfiggere questo vecchio modo di fare politica e soprattutto per ridare prospettive e sogni a Viterbo sia imprescindibile, in vista delle prossime elezioni comunali, un importante confronto tra tutte le forze che credono e vogliono un reale cambiamento e soprattutto che non si riconoscono in quella logica correntizia clientelare che da anni ha governato Viterbo e di cui, ne siamo stati purtroppo i primi testimoni, l’amministrazione Michelini è stata un perfetto esempio, stritolata dalle lotte di potere tra i capi corrente Pd che hanno di fatto trasformato il Comune nel loro campo di battaglia privato, magari per un personale interesse a “poltrone parlamentari”, facendone pagare  le spese a tutti i viterbesi.
In tale prospettiva, qualora lo strumento delle elezioni primarie per la scelta del candidato Sindaco fosse l’unica soluzione per costruire l’unità di un fronte del rinnovamento – perché no anche generazionale – individuata da tutti quei soggetti civici e non che credono, a differenza di Michelini e della sua attuale maggioranza, che un Sindaco possa e debba cambiare in meglio una città, noi di Viva Viterbo NON ci sottrarremo alla competizione e, anzi, saremo presenti con una nostra chiara e forte proposta politica per “Cambiare Viterbo”. Ci confronteremo con tutti quelli che lo vorranno per costruire insieme un ‘alleanza di rinnovamento che sconfigga definitivamente i dinosauri politici che da tempo imperversano a Viterbo e che vanno definitivamente consegnati alla “preistoria ” della nostra citta’.
Giacomo Barelli
Portavoce Lista Civica Viva Viterbo