NewTuscia – TARQUINIA – Si è appena conclusa una giornata che rimarrà per molto tempo nei nostri cuori e nelle nostre menti…. è quella della manifestazione denominata “1° Giornata del Selecontrollore” che si è svolta a Tarquinia nella stupenda cornice del Centro Aziendale dell’Università Agraria sito in località Roccaccia. Un evento unico che ha dimostrato, che con intensa passione e notevole tenacia, si possono ottenere dei buoni risultati.

Passione e tenacia, due parole che rappresentano molto bene tutto ciò che è stato messo in campo in questi mesi di organizzazione e che ha formato una stupenda squadra di lavoro che farà il possibile per sviluppare questo “progetto”. Progetto appunto che porta con se voglia di migliorarsi, di prendersi maggior tempo organizzativo e soprattutto la volontà di allargare ad entrambi gli Ambiti Territoriali di Caccia presenti nella Provincia di Viterbo (Atc Vt1 e Atc Vt2), le proprie ambizioni di propaganda e divulgazione sul nostro territorio, dell’attività della Gestione Faunistica. Un progetto nato tra amici che vogliono unire e non allontanare i cacciatori tra di loro, che credono nella collaborazione, nel gruppo e senza ombra di dubbio credono nella ‘curiosità’ che questa manifestazione ha generato e che si erano ripromessi almeno di suscitare. Proprio su questa ‘curiosità’ si baseranno tutti i nostri sforzi per andare avanti, cercando di far appassionare a questa nuova forma di Gestione Faunistica (chiamarla Caccia ci sembra riduttivo!) più Amici Cacciatori possibili. Particolari ringraziamenti vanno all’Atc Vt2 che ha messo in campo ogni sforzo, economico e di persone, affinché ciò avvenisse e che ha creduto per primo nel programma, al Comune di Tarquinia che ha condiviso l’evento con il suo patrocinio, all’Università Agraria di Tarquinia che ha dato in uso gratuito la fantastica cornice naturale della Roccaccia, all’Associazione Pro Tarquinia che ha concesso l’utilizzo gratuito delle strutture logistiche, ai volontari dell’AEOPC (Protezione Civile) che non ci hanno “mollato” nemmeno per un attimo, ai volontari della Croce Rossa ed infine a tutte le Associazione Venatorie intervenute.

????????????????????????????????????
Un Arrivederci alle prossime edizioni con ancora negli occhi le belle emozioni vissute ed un ringraziamento particolare a tutti coloro che hanno partecipato.