NewTuscia – TERNI – Un evento più che una festa, perché viste le tante criticità che continuano ad attraversare il territorio ternano quello di cui c’è fortemente bisogno è uno spazio per il confronto, il dibattito e la proposta.

Proprio questo sarà lo scopo di “Diritti in piazza” la quattro giorni promossa dalla Cgil di Terni che vedrà dal 24 al 27 maggio intrecciarsi momenti di riflessione su temi di attualità e interesse per il territorio con appuntamenti “ludici” che animeranno la città.

untitled
“Pensiamo che in questa fase difficile per Terni sia importante rafforzare i livelli della partecipazione per contrastare quelle spinte alla divisione e alla parcellizzazione che da tempo stanno indebolendo il nostro tessuto sociale”, ha spiegato il segretario generale della Cgil di Terni, Attilio Romanelli, nella conferenza stampa di presentazione della manifestazione. E non a caso, i temi scelti per i 4 dibattiti in programma (uno per ogni giorno dell’evento) sono strettamente collegati alle vicende del territorio.

Si parlerà infatti di sanità, con particolare attenzione al ruolo che la provincia di Terni dovrà giocare nel sistema sanitario regionale, ma anche di rapporto tra scuola e lavoro, un tema da sempre molto sentito dalla Cgil.
Andiamo però con ordine.

Mercoledì 24 maggio alle ore 17.00, presso la sala del Consiglio Comunale di Terni si comincia con la presentazione del libro “Calendario laico” di Alessandro Portelli, un progetto di scrittura collettiva “per una memoria laica, popolare e democratica degli italiani”. Insieme all’autore ne parleranno lo storico Claudio Carnieri e Lucia Rossi, segretaria dello Spi Cgil nazionale.
“La sanità che vogliamo” sarà invece il tema al centro del dibattito di giovedì 25 maggio (ore 17.00, sala Consiglio Comunale). Coordinati da Giorgio Lucci, segretario generale della Fp Cgil di Terni, interverranno Maurizio Dal Maso, direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Terni, Imolo Fiaschini, direttore generale Usl Umbria 2, Francesco Fiorello, coordinatore direzione medica Fp Cgil dell’Azienda ospedaliera di Terni, Gianluca Mezzadri, responsabile nazionale Fp Cgil professioni sanitarie, e Serena Sorrentino, segretaria generale Fp Cgil nazionale.
Venerdì 26 maggio sarà la giornata dedicata al rapporto tra scuola e lavoro con il dibattito “La scuola per un nuovo sviluppo industriale”, che vedrà confrontarsi Luigi Giove, segretario generale della Cgil Emilia Romagna (che porterà l’esempio dell’accordo per l’alternanza scuola-lavoro in Lamborghini), Luca Barbetti, segretario nazionale Filctem Cgil, Antonio Alunni, vicepresidente Confindustria Umbria, e Francesco Sinopoli, segretario generale Flc Cgil nazionale. Coordinerà i lavori Tommaso Dionisi, segretario generale Flc Cgil Terni.
Infine, sabato 27 maggio intervista in piazza a Susanna Camusso da parte della giornalista Rai Bianca Berlinguer. Appuntamento alle ore 19.00 in piazza della Repubblica.
Parallelamente, ogni giorno il programma propone appuntamenti musicali (tutti in piazza della Repubblica, dalle 21.30) di grande interesse. Si parte mercoledì 24 con la Terni Jazz Orchestra & Friends, il giorno dopo tocca ad Ambrogio Sparagna con l’Orchestra popolare italiana, mentre venerdì sale sul palco la Med Free Orkestra. Infine, sabato, il concerto conclusivo che vedrà esibirsi la Bandabardò.
“Ci prendiamo per quattro giorno la piazza per aprirla alla città – ha concluso Romanelli – perché siamo convinti che l’agorà sia non solo il luogo della protesta, ma anche quello della proposta e del confronto. Per questo invitiamo tutta la cittadinanza ternana ad esserci, perché solo con la partecipazione si possono risollevare le sorti della nostra comunità”.