ufficio_turistico_spazio_pensilina_viterboNewTuscia – VITERBO – Allo Spazio Pensilina di Viterbo, in piazzale Martiri d’Ungheria, dal 7 al 9 aprile un fine settimana tra presentazione di un libro su razzismo e pregiudizi, un originale defilé di moda con degustazione di prodotti locali e un tour alla scoperta della città.

Venerdì 7 aprile alle 17,30: Spiegare il bene e il male: Tahar Ben Jelloun, “Il razzismo spiegato a mia figlia”, a cura della dottoressa Maria Cristina Baleani. Il libro nasce da una conversazione tra l’autore e sua figlia di dieci anni, quando durante una manifestazione contro un progetto di legge sull’immigrazione, Mérième comincia a porre domande sul razzismo. Un libro, come spiega l’autore, per provare a spiegare il razzismo sia ai bambini, sia a chi ha pregiudizi. “Non si nasce razzisti – dice Jelloun – lo si diventa. Per una buona o cattiva educazione. Tutto dipende da colui che educa, a scuola o a casa”. L’incontro rientra nell’ambito del ciclo sul tema “Comunità straniere in Tuscia e loro integrazione”. La relatrice, Maria Cristina Baleani, è docente di lingua inglese all’istituto Orioli di Viterbo e da anni, contrattista di francese all’Università della Tuscia, dove ha conseguito il titolo di dottore di ricerca, con studi e traduzioni di manoscritti di viaggiatori francesi nella Tuscia. Con la passione per l’insegnamento, è molto attiva sui social network. Famosi i suoi post Facebook in difesa della scuola e degli studenti, con una ferma condanna della didattica dell’errore, dei compiti a casa e del voto come misurazione. Da poco nominata socia Fidapa, è autrice di saggi su Marguerite Yourcenar e Memorie di Adriano, ama lo studio dell’arte e della letteratura di tutti i tempi.

Sabato 8 Aprile alle 18,30: Back to Urban, kermesse dedicata alla moda. Protagonista della serata, un defilé organizzato dalla Background Academy con la collaborazione di Alkimie 0761, uno degli store più noti, che per l’occasione presenta la collezione uomo-donna, primavera-estate 2017. Promuovendo anche realtà emergenti, quali LoveLook, marchio in forte crescita nel settore degli accessori Made in Italy. Sfilano tante storie, legate l’una all’altra da un’unica, originale trama: il tessuto urbano. Commercianti, produttori, narratori, artigiani, fotomodelle, stiliste, uomini, donne tornano a guardare la città da una prospettiva originale, la vecchia fermata dell’autobus. Proprio l’originalità della location ha ispirato la scuola di moda Background Academy. Ma Back to Urban abbraccia anche la promozione della Tuscia, proponendo al pubblico, piacevoli momenti di degustazione enogastronomica con corner dedicati a vini di produzione locale e specialità culinarie. Un evento per chi vuole godersi una chicca fuori dalla solita routine.

Domenica 9 Aprile, alle 11,00: tour per scoprire la città di Viterbo. Consueto appuntamento dell’Ufficio Turistico alla scoperta della città. Costo 8 euro, minimo 10 partecipanti, gratuito per bambini 0-7 anni. Prenotazione obbligatoria entro le 19 di sabato 8 aprile. Per info e prenotazioni: 0761.226427 – info@visit.viterbo.it