Gubbio, perte al pubblico le mostre dedicate ai dinosauri ‘Extinction’ e ‘Godzilland’

gubbio_-_teatro_anticoNewTuscia – GUBBIO – Primi giorni di apertura  presso l’ex Monastero di San Benedetto in via del Perilasio  delle due mostre dedicate ai  Dinosauri,   promosse e organizzate dal Comune di Gubbio e  da  GEOMODEL  di Mauro Scaggiante.  Le mostre  offrono uno stretto binomio tra scienza e fantascienza:  la mostra ‘EXTINCTION’  prende spunto dalla drammatica estinzione di massa dei dinosauri del Mesozoico – dovuta alle modificazioni ambientali causate dalla caduta sulla Terra di un meteorite, come testimoniano i particolari strati geologici della Gola del Bottaccione – e presenta  l’anteprima di una grande mostra dedicata; mentre  ‘GODZILLAND’, indaga l’intramontabile fascino dei dinosauri come icone dell’immaginario collettivo e protagonisti assoluti della Pop Culture.

Le ricostruzioni strettamente scientifiche dei paleontologi si affiancano alle produzioni fantasiose della cultura di massa, trovando un comune denominatore nell’attrattiva che entrambe esercitano sul grande pubblico e nella risonanza di cui godono presso i mass media.

La mostra in pillole:  • Cultura e intrattenimento per tutte le età,  • Scienza, fantasia e fantascienza,  • Paleoarte e arti della cultura popolare,  • Dinosauri e altri animali preistorici,  • Come (ri)costruire un dinosauro,  • Fossili e calchi di fossili, • Immagini, manifesti, modelli da collezione e giocattoli, • La Quadrisfera di Paco Lanciano. EXTINCTION è realizzata da www.dinosauricarneossa.it,  GODZILLAND è realizzata con la collaborazione di Arcadia Arte. www.godzilland.it .

Entrambi gli allestimenti e la Quadrisfera di Paco Lanciano sono visitabili con un unico biglietto di ingresso. Giorni e orari di apertura:  venerdì 14:30-19:00, sabato, domenica e festivi: continuato 10:00-19:00.  Nelle mattine da lunedì a venerdì sempre aperto per gruppi e scuole, esclusivamente su prenotazione.  Info gubbio@dinosauricarneossa.it Facebook Extinction  info@iat.gubbio.pg.it  , telefono 075 9220693.

Prenotazioni attività didattiche:   didattica@paleoappi.it   .  Cartella stampa Extinction – Godzil-Land  scaricabile dal  link  facendo, area download del sito Dinosauri in Carne e Ossa http://www.dinosauricarneossa.it/download/Gubbio_Cartella_Stampa_Extinction_Godzil-Land_docs.zip;   http://www.dinosauricarneossa.it/download/Gubbio_Cartella_Stampa_Extinction_Godzil-Land_foto.zip

ESTRATTO IL NOME DEL PICCOLO CAPODIECI DI S. ANTONIO: E’ GIOVANNI MARINELLI ANDREOLI 

E’ il giovanissimo Giovanni Marinelli Andreoli, 12 anni,  il capodieci di S. Antonio per la Festa dei Ceri piccoli del prossimo 2 giugno: il suo nome è stato estratto dal bussolo  nel corso della riunione di sabato 1 aprile dal Senato del Cero di S. Antonio nella Taverna di via Fabiani, in una rosa di due candidati l’altro era Alessio Baciotti. Giovanni è figlio di Giacomo  e nipote di Giorgio Marinelli Andreoli che gli  hanno saputo trasmettere  la grande passione e attaccamento per S. Antonio e si appresteranno a vivere insieme a lui la Festa dei Ceri Piccoli.

DOPPIA MOSTRA DI ALESSANDRA BISI  ‘NESSUN POTERE’ CURATA DA ASSOCIAZIONE CULTURALE ‘LA MEDUSA’

Verrà inaugurata venerdì  7 aprile alle ore 17,30 la mostra personale e diffusa dell’artista Alessandra Bisi di origini Lombarde. Il progetto espositivo dall’evocativo titolo “NESSUN POTERE”, voluto e promosso dall’associazione culturale La Medusa, ha il patrocinio del Comune di Gubbio, dell’Inner Wheel Club Gubbio – Gualdo Tadino ed il prestigioso appoggio della  AIAPI –  International Association of Art UNESCO Official Partner. Il progetto espositivo vede due sedi collegate tra loro da un’unica progettualità: a Palazzo del Bargello troveranno posto le opere pittoriche, mentre a Santa Maria dei Laici un trittico pittorico ed una proiezione del cortometraggio “Nessun Potere”,  che nasce da un’idea di Alessandra Bisi ed è curato nella regia da Roberto Covi, che sarà presente all’inaugurazione insieme all’artista.

“Ho proposto la mia mostra personale al Palazzo Bargello e l’esposizione inedita di un lavoro che mi impegna da tre anni presso la Chiesa dei Laici magnifica e suggestiva cornice – afferma l’artista – le mie opere astratte sono se stesse perché in queste opere compongo un mondo di rapporti fra dimensioni, strutture e colori che esprimano un processo mentale sia di composizione delle strutture che di espressione nel colore. Nella mia recente produzione il lavoro vuole essere un risultato di sintesi teso a manifestarsi in nuove regole e in segni pittorici di getto senza ripensamenti. Ho usato spesso mezzi volutamente diversi come il colore e il carbone perché la loro diversa concreta opportunità espressiva fosse anche il gioco di rimando di percezione per l’osservatore.”

Nata a Milano nel 1965 vive a Cernusco sul Naviglio e nella città lombarda ha il suo Atelier. Si forma al Liceo Artistico – Accademia di Belle Arti Brera sempre a Milano, specializzandosi in pittura per poi approdare all’Istituto Superiore di Visual Design. Dopo gli studi l’artista compie numerosi viaggi prevalentemente in Africa del nord e centrale ma anche in centro e sud America e in Indonesia. Alessandra Bisi ha esposto sin dal 1995 in Italia e all’estero e le sue opere hanno trovato posto nelle importanti Fiere internazionali. Le sue creazioni sono state battute in varie Aste fra cui si ricorda nel 2005 quella di Parigi. La sua produzione di ricerca spazia attraverso varie tecniche e modalità di espressione. I suoi dipinti astratti hanno trovato collocazione presso collezioni private. Fra i collezionisti Renato Zero e Lucio Dalla.

L’interesse di Alessandra Bisi per il Design e anche per la applicazione della sua arte nell’ architettura di interni, ha trovato soddisfazione nella realizzazione su commissione di arte per vari ambienti come l’arte per la catena di ristoranti Rubio’s in California. Vari collezionisti hanno richiesto la creazione di dipinti studiati ed eseguiti per i propri spazi. Nel 2016 l’artista espone in una personale alla Sala Consigliare del Comune di Cernusco sul Naviglio. Espone negli spazi milanesi di Executive Service con una altra personale e si reca ancora a Cracovia per una collettiva di tre artisti presso la Galleria Florianska. La mostra “Nessun Potere” si inserisce nel Calendario espositivi 2017 curato dall’associazione culturale La Medusa ente gestore del Polo Museale Diocesano oltre che di Palazzo del Bargello e del Museo della Ceramica a Lustro, ed inserisce nei suoi percorsi eventi artistici che possano valorizzare tale patrimonio e stimolare la curiosità dei visitatori.

“E’ un prestigio ospitare Alessandra nelle nostre strutture con un progetto di questa portata – sottolineano dalla Presidenza dell’Associazione  – esso nasce da un anno di scambi fitti e progettualità che hanno portato ad un evento artistico di indubbio valore ed unico nel suo genere”.  La mostra diffusa di Alessandra Bisi sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito  dal 7 aprile al 7 maggio; per informazioni contattare la segreteria organizzativa al numero 075 9220904 o scrivere ad info@museogubbio.it. Per maggiori informazioni sull’artista  siti internet www.alessandrabisi.com   – www.alebisi.org

COSTITUITO GRUPPO TERRITORIALE UMBRO DELL’ASSOCIAZIONE ‘SINDROME X FRAGILE’

Venerdì 31 marzo si è costituito a Gubbio il Gruppo Territoriale Umbro dell’associazione italiana ‘Sindrome X Fragile’  presso lo studio associato Gagliardi-Lupini in via Madonna dei Perugini.  Alla presenza della presidente nazionale Donatella Bertelli, sono state sottoscritte le carte che prevedono l’avvio al gruppo territoriale umbro, unica realtà presente nella regione,  formato da 10 famiglie provenienti da più parti dell’Umbria.  ” Siamo emozionati e pronti ad intraprendere questo cammino – spiega Angela Minelli referente per il comitato nascente – speriamo di poter diventare un punto di riferimento per le tante famiglie che vivono quotidianamente la sindrome X Fragile e creare un ponte con l’associazione nazionale ed i tanti progetti che ogni anno vengono messi in campo.”

Alla sottoscrizione era presente Giulia Cencelli, ricercatrice presso l’Università Tor Vergata di Roma. Il gruppo territoriale costituitosi, aveva già fatto parlare di sé il 16 dicembre 2016 presso la taverna di San Giorgio con una serata di raccolta fondi dedicata alla sindrome. Per info e contatti  cell.  347 8162938.