“Allora ero giovane pure io”, il monologo su Alfio Pannega conquista il Centro Provinciale di Formazione Professionale Alberghiero di Viterbo (Video)

Simonetta Melinelli

NewTuscia – VITERBO – “Allora ero giovane pure io”, successo per lo ùpettacolo organizzato e rappresentato anche per gli studenti del Centro Provinciale di Formazione Professionale Alberghiero di Viterbo, come in altri Istituti Superiori, per far conoscere la filosofia di vita di Alfio Pannega, personaggio viterbese originale con una sua filosofia di vita vissuta con la conoscenza e il rispetto della natura, valorizzando erbe e piante autoctone in una cucina sana con ricette originali.
ALFIO1 ALFIO3
Alfio è stato l’antesignano del rispetto per l’ambiente, la raccolta differenziata e il riciclaggio di rifiuti, fino ad arrivare alla composizione di versetti poetici in rima che distribuiva ai suoi concittadini in cambio di un piccolo contributo che lo aiutava a vivere con gioia a pieno contatto con la natura e gli altri.Guarda il video

Grande estimatore di Boccaccio e altri illustri, Alfio Pannega ne studiò ed apprezzò le opere che sempre lo hanno ispirato per tutta la sua avventurosa vita.

A contatto con le tradizioni dei Butteri ne interiorizzò le conoscenze della terra e de
gli animali e visse felice nella sua esistenza essenziale con il suo amico cane e la sua famiglia, la famosa popolana detta “La Caterina” e i giovani del Centro Sociale di Valle Faul, che lo hanno circondato di affetto ed attenzioni.
I giovani alunni del CPFP Alberghiero di Viterbo hanno molto apprezzato lo spettacolo e la figura caratteristica di grande saggezza di Alfio Pannega, restando letteralmente conquistati dalla sua semplice ma arguta filosofia di vita rispettosa dell’ambiente e degli altri.
ALFIO2ALFIO4