NewTuscia – TARQUINIA – Venerdì 10 mlampioni-spenti-a-tarquinia-lidoarzo una delegazione di Assolidi ha incontrato l’assessore Sandro Celli, titolare delle deleghe al Turismo, Igiene dell’abitato e Sport.

Durante l’incontro, Assolidi ha esposto le principali criticità inerenti l’igiene dell’abitato che penalizzano il Lido di Tarquinia: punti di raccolta della nettezza urbana, mancanza di un’area dove poter conferire i rifiuti ingombranti e la condizione di abbandono della quasi totalità delle aree non edificate.

Come noto, la raccolta dei rifiuti sul litorale avviene secondo una procedura parzialmente differenziata , accanto ai cassonetti per l’indifferenziata, in alcuni punti sono collocate distinte “campane” per la raccolta della carta, del vetro e della plastica. Le condizioni di criticità riguardano il pessimo stato di manutenzione di molti cassonetti ,soprattutto del sistema di chiusura spesso difettoso se non del tutto inutilizzabile; in alcuni il coperchio è del tutto mancante o parzialmente deteriorato e comunque non più in grado d’assolvere alla funzione di separazione dei rifiuti dall’ambiente esterno.

E’ stata fatta presente anche la evidente insufficienza nella igienizzazione dei cassonetti specie nel corso della stagione estiva, quando molti sono fonte di fetore avvertibile anche a distanza.

Fernando Delle Monache 
Vicepresidente Assolidi Tarquinia