NewTuscia – ROMA – “Dopo il Consiglio tematico di ieri relativo ai bacini di utenza nelle scuole capitoline dell’infanzia,  c’è da augurarsi che, con l’impegno del Presidente del Municipio in aula, ci sia davvero un concreto cambio di rotta sul tema “scuola” mettendo definitivamente termine alla stagione delle decisioni unilaterali prese senza la necessaria partecipazione del mondo della scuola e della cittadinanza”. Lo dichiara in una nota il consigliere PD al IX Municipio, Alessandro Lepidini.

“Proprio la scuola, dall’inizio dell’anno scolastico è stata una costante dolente nell’azione del Municipio IX che tocca l’apice con le recenti dimissioni dell’Assessora preposto. Dalla chiusura di una sezione della scuola dell’infanzia “Il Risveglio del Biancospino” alle ripetute chiusure di scuole per la presenza di topi alle segnalazioni inascoltate,  alla difficile riprese delle lezioni dopo le vacanze natalizie con i bambini al gelo – chiosa il Consigliere democratico – è stato un crescendo continuo. E il contributo delle minoranze nel proporre atti o emendamenti di buon senso è stato quasi sempre rifiutato con motivazioni rilevatesi poi inconsistenti.

“L’ultimo esempio è il caso della scuola di via Trafusa che con voto del Consiglio del Municipio, passato con l’astensione della maggioranza, chiedeva fosse inserito nel bando in preparazione sui nidi in concessione, indirizzo invece respinto in Assemblea capitolina. Se questa vicenda dimostra la completa irrilevanza del Municipio IX, la conseguenza è che purtroppo il nido ancora una volta rischia  di rimaner chiuso. Infine, sulle interrogazioni sulla presenza di topi   – conclude Lepidini –  per l’IC Santi Savarino è stato fissato il sopralluogo dei tecnici dipartimentali mentre per la Dino Buzzati neppure quello e queste risposte purtroppo sono francamente inaccettabili”.