Simone Stefanini Conti

NewTuscia – ORTE – E’ programmata per  sabato 25 febbraio alle ore 17 presso la Sala conferenze di Palazzo Roberteschi  un’interessante Conversazione tenuta da Abbondio Zuppante, direttore della Biblioteca Specializzata dell’Ente Ottava Medievale su  “Famiglie guelfe contro famiglie ghibelline nelle lotte per il potere in Orte”.

Storie di Giobbe (particolare),sec. XIV  ex Ospedale di Orte

Storie di Giobbe (particolare),sec. XIV
ex Ospedale di Orte

Nella presentazione dell’evento Abbondio Zuppante, direttore del Museo d’Arte Sacra e profondo conoscitore delle fonti storico-archivistiche e del patrimonio culturale cittadino,  anticipa alcune tematiche della ricerca.

Nelle comunità locali dell’Italia centro-settentrionale la dialettica politica è stata, negli ultimi secoli del Medioevo, particolarmente ‘vivace’ con frequenti momenti di tensione e aspri scontri in armi, ma anche con lunghi periodi di pace. Sono i secoli in cui il potere centrale dello stato è poco presente e le consorterie locali aderendo ora all’uno, ora all’altro ‘partito’ di riferimento, hanno curato soprattutto i loro interessi familiari. Se inizialmente si chiamavano guelfi e ghibellini in relazione al contrasto tra il Papa e l’Imperatore, fra Tre e Quattrocento i referenti divennero le due maggiori famiglie romane: gli Orsini e i Colonna; ma localmente gli scopi e i risultati dei contendenti furono gli stessi. Tali vicende hanno lasciato a Orte numerosi segni che permettono di individuare i gruppi familiari preminenti nei due schieramenti.

Ricordiamo che la Biblioteca specializzata dell’Ente Ottava Medievale di Orte, ospitata nella storica sede di Palazzo Roberteschi,  raccoglie più di tremila volumi inerenti la storia del periodo medievale e rinascimentale in Italia ed in Europa.

Per completezza ricordiamo il programma delle “Conferenze di Palazzo Roberteschi” tenutesi nel corso del 2016 a cura della Biblioteca Specializzata:  sabato 13 febbraio “Alla ricerca della scienza nella Divina Commedia  Antonino Scarelli, venerdì 11 marzo “Pasolini, Orte e La forma della città” (con proiezioni ‘ortane’ di P.P. Pasolini, di Philippe Daverio e dei Cineamatori Ortani) Tommaso Mozzati.

Sabato 9 aprile “Moda e lusso sotto il manto della Madonna dei Raccomandati “ con Elisabetta Gnignera  e Angelo Barlozzetti, venerdì 13 maggio “Nuovi studi sull’antica processione del Cristo Morto di Orte” tenuta da Armando Fiabane, venerdì 3 giugno “L’amministrazione comunale nel tardo medioevo” di Giuseppe Giontella.

Lo scorso ottobre si è tenuta la conversazione del prof. Antonino Scarelli  su “La divina proporzione…  il mistero del numero che è all’origine della bellezza, dell’arte e della armonia dell’universo”, in dicembre il convegno sulla figura di Bartolomeo d’Alviano e, da ultimo, il 28 gennaio scorso la conversazione “Orte all’orizzonte, panorami della Città dal ‘500 all’800”.