Gubbio, sindaco Stirati: nuovi atti vandalici nel chiostro di S. Pietro. Sfregio a un bene della collettività

NewTuscia – GUBBIO – Prende posizione il sindaco Filippo Mario Stirati  contro i nuovi,  recenti atti vandalici che hanno preso di mira,  in particolare,  il chiostro del complesso monumentale di S. Pietro,  dove è ospitata la Biblioteca Comunale Sperelliana.  « Si prova un profondo rammarico – commenta il sindaco Stirati –  nel vedere deturpato un bene comune di grande valore,  in questo caso le mura e il colonnato del chiostro principale del complesso monumentale di  S. Pietro, gioiello di architettura, di recente restaurato e spazio  elettivo d’estate per tante manifestazioni culturali e ricreative.

La Biblioteca,  luogo  di formazione e di trasmissione di civiltà e di sapere, non è nuova a deturpazioni verificatesi nel tempo:  giocattoli gettati dalle finestre, poltrone imbrattate, arredi rovinati, manifesti strappati.  Certo,  sono fatti isolati rispetto alla maggioranza  dei civilissimi utenti che usufruiscono dei tanti servizi che  la Sperelliana mette a disposizione. Ma l’amarezza è ugualmente profonda.  Non solo perché si tratta di un bene comune  e di  una risorsa della collettività, che è  chiamata dunque ad esserne responsabile, a tutelarlo e non a sfregiarlo. Ma anche perché tali atti vandalici sembrano essere il segnale di un malessere profondo che serpeggia soprattutto tra le giovani generazioni, più incerte e disorientate nella loro crescita e nelle prospettive di affermazione e di lavoro,  con un futuro percepito più come una minaccia che come una rosea promessa.  Affermiamo questo non certo per giustificare gli autori di tali gesti che vanno fermamente condannati e stiamo procedendo, come doveroso, a svolgere approfondimenti sulle circostanze e a sporgere denuncia contro ignoti.

Ma siamo altresì consapevoli di quello che andiamo dicendo da tempo: occorre un’azione comune e condivisa sul piano politico, sociale, psicoterapeutico per dare risposte di fiducia e in alcuni casi di speranza a una crescita disordinata e talvolta priva di regole,  come è quella della società contemporanea.  La soluzione non può essere solo repressiva, con l’installazione di telecamere in tutti i luoghi pubblici, che pure sono necessarie come nel caso della regolamentazione di accessi alle auto nel centro storico; occorre invece che le istituzioni, la scuola, la famiglia si aprano a un maggior dialogo e costruiscano un terreno di ascolto per intercettare solitudini e nuove emarginazioni, che spesso sono il terreno fertile per atti violenti ».

ATTO FONDAMENTALE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIALI: GIOVEDI’ FIRMA DELLA CONVENZIONE DELLA ZONA SOCIALE 7          

Verrà siglata  giovedì  23 febbraio alle ore 10,30  presso la Sala Auditorium dell’Ospedale Gubbio – Gualdo Tadino, la  Convenzione approvata dai Consigli dei sei Comuni della Zona Sociale 7, per la gestione associata delle funzioni e dei servizi sociali integrati. Ad apporre la firma all’importante documento saranno pertanto   i sindaci  dei rispettivi  Comuni:   Filippo Mario Stirati per Gubbio (Comune Capofila della Conferenza di Zona),  Massimiliano Presciutti per Gualdo Tadino  (Coordinatore), Riccardo Coletti di Sigillo  (Vice Coordinatore),  Monia Ferracchiato per Fossato di Vico, Andrea Capponi per  Costacciaro e Fabio Vergari per Scheggia – Pascelupo,   per sancire così un  traguardo fondamentale  a conclusione di un percorso per  nuovo modello organizzativo in grado di dare risposte adeguate  nel sociale.

Oltre ad illustrare e sottoscrivere gli atti per la gestione associata, verrà anche presentato il sito internet dei servizi sociali erogati nella zona accessibile dai portali ufficiali dei Comuni  della Zona Sociale 7, uno strumento importante per la costante comunicazione tra istituzioni e cittadini.

SINDACO STIRATI: PERIODICI PATTUGLIAMENTI  NOTTURNI  DELLA POLIZIA MUNICIPALE NELLE VIE DEL CENTRO STORICO 

E’  stato effettuato sabato scorso, 18 febbraio, un  pattugliamento  notturno da parte della Polizia Municipale per monitorare la situazione nel centro storico,  secondo una modalità sporadica non programmata ma volta a scoraggiare fenomeni di vandalismi e a far rispettare le disposizioni  di accesso per le automobili.

« A seguito dei recenti atti vandalici  e per  verificare i flussi veicolari nel  centro storico  – spiega  il sindaco Filippo Mario Stirati  – abbiamo chiesto alla comandante dei vigili Elisa Floridi di  attuare  una  modalità  periodica di controllo,  che  viene effettuata a random e senza preavviso e dunque potrà avvenire in qualunque giorno della settimana, anche se durante il  weekend ci sono maggiori criticità.  La fascia oraria va dalle 23 circa alle  ore 4-5 del mattino successivo.   Abbiamo chiesto anche alle altre forze dell’ordine  di collaborare al pattugliamento del territorio,  per  prevenire atti vandalici su opere e strutture pubbliche e  per  vigilare sulla  sicurezza stradale.  Inoltre, chiederemo a breve un confronto con il Prefetto di Perugia  per affrontare in maniera più incisiva e determinata le  questioni della sicurezza e dell’ordine pubblico ».