NewTuscia – AMELIA – E’ prevista entro febbraio la riapertura del distretto sanitario con l’esecuzione dei lavori a Palazzo Colonna resisi necessari a seguito del sisma del 30 ottobre. A darne notizia sono il vice sindaco Andrea Nunzi e l’assessore ai lavori pubblici Avio Proietti Scorsoni che ricordano gli impegni dell’amministrazione per “fare presto e restituire alla città servizi essenziali come quelli sanitari”.

Vice sindaco e assessore sottolineano anche che “con anticipo rispetto ai tempi previsti, la ditta appaltatrice ha già approntato il cantiere per il ripristino e la messa in sicurezza del portale di  ingresso dello stabile. Entro la fine del mese di febbraio, salvo imprevisti, si prevede la riapertura al pubblico degli uffici e dei servizi principali”. Oltre a quelli sanitari, fanno presente sempre i due amministratori, riapriranno anche il servizio di pubbliche affissioni, la pro loco e la sezione cacciatori. “Un grazie per la collaborazione – concludono Nunzi e Proietti Scorsoni – all’Usl 2, in particolare al direttore generale Imolo Fiaschini”.

Amelia, morta Igea Frezza Federici: sindaca Pernazza esprime cordoglio e dichiara lutto cittadino per domani

Cordoglio a nome personale e dell’amministrazione è espresso dalla sindaca Laura Pernazza per la morte, avvenuta oggi, di Igea Frezza Federici. Per domani, giorno dei funerali, la sindaca ha decretato un giorno di lutto cittadino. “Igea Grezza Federici – dice la Pernazza – è stata figura di riferimento instancabile per tante generazioni della nostra città. Da sempre a difesa della conservazione della memoria e della storia amerina. L’amministrazione comunale, interpretando i sentimenti di profonda commozione ed immenso cordoglio dell’intera comunità, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore per questa grave perdita e proclama il lutto cittadino per domani in occasione della celebrazione funebre che si svolgerà a San Francesco dalle 15 alle 17″.

Scrittrice, animatrice culturale e intellettuale di spicco della comunità amerina, Igea Frezza Federici è stata, fra le altre cose, presidente onorario dell’Unitré, presidente dell’associazione Convegni Maria Cristina di Savoia, della San Vincenzo de Paoli e presidente onorario del Complesso bandistico Città di Amelia. Indagatrice della memoria storica, ha speso la sua vita nell’impegno di conservare e custodire le tradizioni cercando di non far perdere le tracce del passato della sua comunità. Nell’ultimo dei suoi libri, “Le cucine della memoria”, è riuscita, con la solita sagacia e la consolidata sapienza, a coniugare la riscoperta delle radici culinarie locali con i legami storici e culturali della sua terra.