Il terzino del Torino Lorenzo De Silvestri tifa Monterosi Fc

lorenzo De-Silvestri
Lorenzo De Silvestri

NewTuscia – MONTEROSI – Lorenzo De Silvestri tifa Monterosi Fc. Il terzino destro del Torino, ex Lazio e Samp, è intervenuto ai nostri microfoni parlando dell’attuale capolista del girone G di serie D. Una chiaccherata che ci ha fatto scoprire tanti punti in comune tra l’ex esterno della Nazionale ed il club del presidente Luciano Capponi. De Silvestri infatti all’età di tredici anni iniziò nel settore giovanile della Lazio proprio sotto la guida di Stefano Cerbella, attuale tecnico dei Giovanissimi regionali del Monterosi. Una crescita esponenziale che lo portò a debuttare in prima squadra biancoceleste dove c’era quel Francelino Matuzalem ora faro del centrocampo della squadra di mister D’Antoni.

De Silvestri e Monterosi legati da due amici: Cerbella e Matuzalem.
“Col mister ci conosciamo da tantissimo tempo, abbiamo vissuto tante emozioni insieme da quando ero alla Lazio. Mi ha sempre seguito nella mia crescita di giocatore e l’ho sempre seguito nel suo percorso da allenatore. Gli devo tanto. Poi c’è Francelino, ci siamo incrociati in quella Lazio che vinse Coppa Italia e Supercoppa Italiana nel 2009. Ho imparato tanto da Matuzalem, centrocampista fortissimo che abbinava qualità e quantità”.

Ora entrambi sono a Monterosi…
“A Monterosi sono legato anche da altri ricordi. Con la Lazio Allievi giocai un campionato intero al Martoni. Da quando poi c’è Stefano Cerbella nel settore giovanile sono diventato il primo tifoso del Monterosi e mi fa piacere che stiano provando a vincere il campionato per approdare nei professionisti. Faccio una promessa che quanto prima arriverò a trovare tutti i ragazzi e l’amico Matuzalem”.

Lorenzo De Silvestri ha fatto tanta gavetta. Che consigli puoi dare ad un ragazzo del settore giovanile? Mister Cerbella spesso la indica come un ‘buon esempio’.
“E’ una curiosità che mi chiedevo anche io quando facevo certe categorie. Abbinare fino in fondo lo studio al calcio, questa è la cosa principale. Sono riuscito fino alla fine ad onorare questo impegno. Mi sono diplomato e fatto calcio ad alti livelli. Poi per continuare ci vuole quella passione che ti fa superare sempre i momenti difficili. La passione ti permette anche di migliorare. Infine bisogna sempre prendere esempi positivi. Ce ne sono parecchi, sono contento che il mister pensi a me”.

De Silvestri difensore. In Italia però ci sono sempre più difensori stranieri e si punta poco sul nostro vivaio.
“Ultimamente c’è stata però un’inversione di tendenza, le società hanno un po’ di coraggio a lanciare i propri giovani. Vedi Milan, Atalanta, Sassuolo, Lazio, Torino. Vuoi per la regola dei 4+4,  vuoi per il problema del salary cup. I club stanno provando a fare di necessità virtù ed il movimento italiano si è di nuovo arricchito di giovani difensori italiani interessanti”

Lorenzo, ci vediamo una domenica per  tifare insieme Monterosi?
“Certamente. E’ lì in alto, sono convinto che continuerà a lottare fino alla fine. Anche io purtroppo sono impegnato nel weekend col mio Torino ma appena capiterà l’opportunità prometto che verrò insieme a mister Cerbella a vedere una partita del Monterosi”.