Eventi in programma per il Sesto Centenario dell’Immagine della Madonna della Quercia (1417) e i 550 anni del Patto d’Amore con la Città di Viterbo (1467)

S.M. della Quercia
S.M. della Quercia
santo spirito
Santo Spirito

NewTuscia – VITERBO –  In vista dei due importanti e storici appuntamenti che verranno celebrati quest’anno, il Sesto Centenario dell’Immagine della Madonna della Quercia (1417) e i 550 anni del Patto d’Amore con la Città di Viterbo (1467) che diedero avvio ad una secolare storia di grandissima devozione, tantissime sono le iniziative in programma.

Ci è data un’occasione pressoché unica per valorizzare una parte importante e fondamentale della storia e della cultura della nostra città, attraverso la conoscenza di un luogo così caro a viterbesi e turisti.

Si inizia Sabato 21 Gennaio alle 16 in Basilica: si terrà la presentazione dei lavori di restauro, della durata di quasi un anno, che hanno interessato il Santuario, lavori protagonisti di un servizio sul Tg 3 andato in onda martedì 17 gennaio. Oltre al restauro del Tempietto di Andrea Bregno, al ripristino delle cornici in peperino nelle navate laterali che delimitavano le cappelle, alla lucidatura di tutti i marmi e ad una nuova illuminazione che valorizza ancor di più la Basilica, ben 3600 mq di intonaco sono tornati all’originale bianco caldo Rinascimentale, ritrovato grazie all’ausilio di saggi stratigrafici. Interverrà il Dr. Giannino Tiziani, Fuzionario di Soprintendenza per i beni storico artistici del Lazio.

 

san lorenzo
San Lorenzo

Domenica 22 Gennaio alle 15.30 appuntamento sul Sagrato  per una ricchissima visita guidata dal titolo “Firenze a Viterbo”.

Si potranno visitare tutti gli ambienti e gli spazi del Santuario: la Basilica, la splendida Sagrestia, i due magnifici Chiostri, e il Museo degli Ex Voto, recentemente riallestito.  Da Michelangelo al Sangallo, da Bregno ad Andrea della Robbia, ripercorreremo una storia straordinaria fatta di legami e contaminazioni profonde. Il grande cantiere di costruzione della Basilica iniziò nel 1470 e terminò con la fine dei lavori della fontana del Chiostro Grande detto “del Vignola” nel 1633. Oltre un secolo e mezzo in cui qui lavorarono pittori, architetti, scultori, scalpellini, fabbri, falegnami, le più grandi maestranze del tempo, per dare vita a quello che sarebbe diventato il più importante Santuario della nostra Provincia. Punteremo un faro sulla straordinaria somiglianza di Santa Maria della Quercia con due grandi e bellissime Basiliche di Firenze , San Lorenzo e Santo Spirito; somiglianza architettonica e non solo, che fa del Santuario un unicum nel nostro territorio, l’esempio più fulgido e riuscito dell’arte e della cultura rinascimentale fiorentina nel viterbese.

Vi invitiamo a partecipare per conoscere da vicino la grandiosità e la ricchezza di questo bellissimo gioiello cittadino, dichiarato Monumento Nazionale nel lontano 1896, ma soprattutto la sua storia…una storia immensa che va ben oltre i confini cittadini, e che lo rende uno dei più importanti Santuari Mariani Europei.

 

Pro Loco Viterbo

Basilica Santuario Santa Maria della Quercia